Acronis apre un nuovo centro operativo di cyber protection per l’area EMEA

ettore
La società svizzera Acronis, leader nel settore della protezione informatica, ha annunciato l’apertura di un nuovo centro operativo a Schaffhausen per la protezione di aziende in Europa, Medio Oriente ed Asia.
Il nuovo Cyber Protection Operation Center di Acronis si concentrerà sul fronteggiare le minacce più recenti, rilevando gli attacchi automatizzati basati su intelligenza artificiale e machine learning.
I risultati saranno utili al miglioramento dei servizi e dell’ecosistema Acronis, come Acronis Cyber Protect Cloud, una soluzione unica che integra backup, protezione anti-malware di nuova generazione per l’intero stack e strumenti completi per la gestione degli endpoint.
Candid Wüest, Responsabile del nuovo centro operativo Acronis Cyber Protection, ha dichiarato: “È evidente quanto sia importante per le aziende identificare le minacce tempestivamente e reagire in modo idoneo e immediato. Sono attività strategiche per qualsiasi organizzazione”.
Secondo i dati dei CPOC Acronis, dal confronto tra la seconda metà del 2019 e la prima metà del 2020 emerge un aumento del 18% degli attacchi ransomware riferiti.
Numerose aziende si sono già attrezzate per nuovi centri operativi di sicurezza, primo passo per la prevenzione agli attacchi informatici. Tuttavia hanno bisogno di soluzioni complesse per dare priorità agli incidenti rilevati, alleviando il carico che grava sugli analisti. Il nuovo centro di operativo di Schaffhausen si pone, quindi, come centro di controllo per l’area asiatica ed europea.
Continua Wüest: “Alle aziende occorre un approccio integrato che garantisca una protezione informatica semplificata, efficiente, affidabile e sicura, per tutti i dati, le applicazioni e i sistemi e che si fondi sui cinque vettori SAPAS della cyber protection: Salvaguardia, Accessibilità, Privacy, Autenticità e Sicurezza.”
I 500 ingegneri che lavoreranno nel nuovo CPOC contribuiranno allo sviluppo di soluzioni all’avanguardia per la protezione informatica. Il nuovo centro invierà avvisi quotidiani sulle minacce informatiche, sulle potenziali calamità naturali e sui nuovi piani di protezione per i clienti. Inoltre, analizzerà e verificherà le vulnerabilità del software per garantire che i moduli di valutazione delle vulnerabilità e di gestione delle patch distribuiscano in automatico le necessarie correzioni.