ANIMA loves Sicurezza: le best practice di Assosegnaletica e Uman

Roberto Imbastaro

Oggi è la Giornata mondiale della salute e della sicurezza, promossa dall’Organizzazione internazionale del lavoro. ANIMA, con le sue associazioni Assosegnaletica e Uman, racconta l’impegno degli imprenditori italiani a tutta l’Italia che ama la Sicurezza.

 

Uman, l’associazione nazionale delle aziende della sicurezza e dell’antincendio, risponde al Italia loves Sicurezza 2016 della Fondazione LHS (Leadership in Health and Safety), con il Sicurtech, un format che ha riscosso molto successo negli ultimi anni, coinvolgendo oltre 5mila Rspp e ingegneri specializzati. 

La prima tappa del tour 2016, a Pescara, è realizzata in contemporanea con altre 50 manifestazioni in 35 città d’Italia. Professionisti e tecnici del settore antincendio esporranno le novità più recenti, dalla normativa alle soluzioni efficaci per massimizzare il livello di sicurezza. È un’occasione per confrontarsi su competenze e nuove tecnologie presenti sul mercato. Si approfondirà il nuovo decreto impianti, emesso dal Ministero dell’Interno, e il nuovo codice di prevenzione incendi. In conclusione, Uman darà un aggiornamento sui sistemi di sicurezza passiva di protezione dal fuoco, dalla progettazione al controllo della posa in opera.

 

Assosegnaletica, l’associazione italiana della segnaletica stradale, in queste ore sta diffondendo una lettera aperta ai rappresentanti del Governo, ai decisori parlamentari e agli amministratori locali, perché venga data piena attuazione alle disposizioni attualmente previste dal Codice della strada. Assosegnaletica chiede con fermezza che i proventi delle multe siano destinati, come previsto dalla Legge, anche alla manutenzione e segnaletica stradale, che significa aumentare il livello di sicurezza delle nostre strade. L’associazione, in forza di esperienze decennali, richiede che venga rafforzato il sistema dei controlli e delle relative sanzioni a carico degli Enti locali inadempienti.