Cosenza, arrestato pericoloso latitante

Paola Fusco

All’alba di questa mattina la Squadra Mobile, diretta dal Vice Questore Aggiunto Fabio Ciccimarra, al termine di complesse indagini condotte attraverso controlli telefonici e ambientali e videosorveglianza, nella località di Grisolia (CS), ha rintracciato il noto pluri- pregiudicato Michele Bruni, attualmente sottoposto a sorveglianza speciale con obbligo di soggiorno  nel comune di Cosenza. L’uomo, a capo dell’omonimo clan ‘ndranghetistico, si era sottratto lo scorso 22 maggio alla cattura in seguito al ripristino della custodia cautelare in carcere stabilito dalla Dda di Catanzaro. Michele Bruni è colpevole, insieme al fratello Pasquale, dell’omicidio di Antonio Paese, ucciso in un agguato di chiaro stampo mafioso avvenuto nella primavera del 1991 a Cosenza. Inserito nello speciale  programma di ricerca predisposto per i primi 100 latitanti più pericolosi, Bruni è stato tradotto nel carcere di Cosenza.