"M’illumino di meno" 2017. Nel 2016 fu tra le campagne radiofoniche più viralizzate dagli utenti Social italiani

Samanta Sarti

 

La giornata dedicata al risparmio energetico e alla mobilità sostenibile ideata da Caterpillar Radio2, nel 2016 ebbe come protagonista la bicicletta.

Scenario Energia Ambiente, dal 12 al 18 Febbraio 2016: gli internauti italiani hanno decretato il podio, per azioni di engagement, alla campagna “M’illumino di meno”, seguita dalle statistiche sulla crescita massiva del popolo dei Vegani, e dagli Oscar dell’ecoturismo sostenibile 2016

Utenti italiani in fervente attesa per “M’illumino di meno”, il 19 Febbraio, a giudicare dall’elevato numero di azioni di engagement ricevute dagli approfondimenti online sull’argomento (12.500 in costante crescita – Fonte dati: Data Web, Gruppo Data Stampa). La giornata dedicata al risparmio energetico e alla mobilità sostenibile, ideata da Caterpillar Radio2, compirà 12 anni e avrà come protagonista la bicicletta, candidata al Premio Nobel per la Pace. "I punti fermi dell’iniziativa – spiegano gli organizzatori –  si confermano quelli di sempre: il racconto in onda delle migliori pratiche nell’ambito del risparmio energetico in Italia e all’estero, la mappatura radiofonica delle migliaia di adesioni alla campagna e, durante la diretta radiofonica di Caterpillar, i collegamenti con le varie città in cui avverranno gli spegnimenti che simbolicamente rappresentano un’attenzione alla riduzione dei consumi". A proposito delle città aderenti all’iniziativa, davvero numerosissime, è anche grazie alle testate online locali che il buzz mediatico ha assunto dimensioni tanto rilevanti.

Viralità inferiore, ma andamento delle azioni di engagement costante (circa 2.200) a partire dal 12 Febbraio, per l’annuncio (dati Eurispes, pubblicati nel Rapporto Italia 2016) che vegetariani e vegani, in Italia, hanno raggiunto quota 8% sul totale della popolazione. Tendenza simile a quella di altri Paesi: la Vegan Society anglosassone riporta statistiche, raccolte nell’arco di 9 anni, secondo cui il numero del popolo Vegano sarebbe più che raddoppiato.  Google conferma che negli Usa le ricerche di informazioni sul termine “vegan”, e opzioni vegan, siano salite del 32% nell’ultimo anno. Ma cosa spinge tante persone a mettere in discussione la propria alimentazione? E’, senza dubbio, una scelta etica nel rispetto della vita degli animali, ma il dibattito è acceso e personaggi illustri entrano a farne parte invitando alla riflessione: su salute, qualità della vita, soprattutto sulla non sostenibilità ambientale degli allevamenti e dei prodotti animali. L’allevamento intensivo di animali è riconosciuto tra  le principali cause di inquinamento, spreco di risorse e deforestazione.

Il 2016 si prospetta “anno boom” del turismo ambientale. A dare il via al tam tam mediatico destinato a diventare importante tendenza (in pochi giorni, oltre 2.000 azioni di engagement) l’assegnazione dell’Oscar dell’ecoturismo da parte di Legambiente, lo scorso 12 Febbraio, nell’ambito della Bit di Milano. Hanno meritato il prestigioso premio 4 parchi nazionali, 4 parchi regionali, 1 area marina protetta e 26 strutture ricettive affiliate all’etichetta Legambiente Turismo. Tutte realtà capaci di promuovere, investire e creare iniziative attorno alle parole chiave del nuovo turismo green: ambiente, sostenibilità, sport come stile di vita, benessere, innovazione tecnologica, diving e cicloturismo. La Regione Marche, inoltre, è risultata essere al “top” per mobilità sostenibile ed efficienza energetica.