Ostiense, controlli nei locali: chiuso un ristorante per gravi carenze igieniche e sequestrato oltre un quintale di alimenti

redazione
La Polizia Locale di Roma Capitale, Gruppo Tintoretto, ha fatto chiudere i battenti ad un ristorante etnico in zona Ostiense. Gli agenti, intervenuti unitamente a personale della Polizia di Stato, Commissariato Colombo , hanno chiesto l’immediato intervento della Asl per le gravi carenze igienico sanitarie rilevate. Presenti formiche nei contenitori dove erano conservati gli alimenti, risultati non tracciabili: non riportavano, infatti, l’elenco degli ingredienti di cui erano composti, né la data di realizzazione e quella di scadenza. Oltre la chiusura del locale, si è proceduto al sequestro di più di un quintale di alimenti. È di 2.000 euro, al momento, l’ammontare delle sanzioni, la cui cifra potrebbe aumentare al termine di alcuni accertamenti ancora in corso. I controlli sono proseguiti con attività di verifica in altri locali della zona e controlli di polizia stradale nel quartiere Marconi, con azioni di contrasto al fenomeno della prostituzione, secondo quanto previsto dal Regolamento di Polizia Urbana. La sanzione , compresa quella relativa all’accensione di fuochi, è stata di circa 700 euro, con annesso daspo urbano per chi è stato colto ad esercitare tale attività.