Polizia Locale, chiusa una palestra per inosservanza misure anti-contagio

redazione
Vanno avanti i controlli per la verifica del rispetto delle misure anti-contagio da parte della Polizia Locale di Roma Capitale: ieri mattina gli agenti del GSSU e del I Gruppo “ex Prati” hanno hanno eseguito delle mirate verifiche nel quartiere Prati dove, in una palestra, è stato riscontrato lo svolgimento di un’attività in contrasto con la normativa in vigore  per il contenimento del contagio. Per tale motivo, oltre alla sanzione prevista, la struttura è stata chiusa.
Sempre nella giornata di ieri, le pattuglie del GSSU hanno proseguito i controlli, unitamente al personale del  XIV Gruppo Monte Mario, in zona Ottavia: qui gli agenti hanno posto sotto sequestro un’area destinata a parcheggio, ma che veniva utilizzata per la vendita di prodotti ortofrutticoli.  Il terreno, di proprietà privata,  era stato dato in affitto  a un cittadino di nazionalità egiziana, di poco più di 50 anni , come area parcheggio ma, recentemente, ne aveva cambiato la destinazione d’uso  allestendo anche una struttura, in legno e lamiere,  dove esponeva  e vendeva la merce.
 Nei suoi confronti è scattata la denuncia per irregolarità edilizie. Sono in corso ulteriori accertamenti sui titoli autorizzativi  e per presunti  illeciti ambientali legati alle modalità di smaltimento dei rifiuti, trovati accatastati su una porzione del terreno, prospiciente alla ferrovia  e in quanto tale  sottoposto a vincolo ferroviario e paesaggistico.