Polizia Locale e Agenzia delle Dogane, sequestrati 8.500 articoli contraffatti di noti marchi di telefonia

redazione

Un’importante operazione realizzata dalla Polizia Locale, gruppo GSSU ( Gruppo Sicurezza Sociale Urbana) e dall’Agenzia delle Dogane di Roma1, Ufficio Antifrode, ha portato al sequestro di 8.500 articoli contraffatti di note marche di telefonia internazionali.

L’intervento è avvenuto in via della Vaccheria Gianni, zona Prenestina, ed ha portato alla luce un commercio all’ingrosso di vaste proporzioni di accessori di telefonia mobile, auricolari bluetooth, grandi quantitativi di joypad per Playstation. La vendita di tali articoli avrebbe permesso di realizzare un introito di oltre 150.000 euro.

Individuati e denunciati i “grossisti”, due cittadini di nazionalità cinese, un ragazzo di 25 anni e una donna di 40. E’ stato possibile risalire a loro tramite un’accurata indagine portata avanti dal personale della Polizia Locale e dell’Agenzia delle Dogane, con l’importante collaborazione delle multinazionali, che hanno fornito in tempo reale una consulenza sulla effettiva contraffazione dei modelli, del tutto identici agli originali.

I due responsabili sono stati deferiti all’Autorità Giudiziaria per il reato di importazione di merci contraffatte, ricettazione e vendita di prodotti industriali con marchi contraffatti.