Pure Storage introduce il programma Pure Validated Design per semplificare il deployment delle soluzioni dei partner

redazione

Pure Storage (NYSE: PSTG), il pioniere IT specializzato nello storage-as-a-service per un mondo multi-cloud, ha presentato il programma Pure Validated Design (PVD) ideato per offrire deployment semplificati, prevedibilità e time-to-value accelerato ai clienti che implementano soluzioni integrate realizzate dai propri partner.

 

I PVD vengono completamente collaudati, convalidati e verificati nella loro capacità di generare risultati di business ripetibili risolvendo le esigenze legate a una serie di casi di utilizzo. Al centro della value proposition dei PVD si trova il time-to-value: seguendo passo passo quanto previsto dai PVD, i clienti possono infatti avere un risparmio su costi, tempo e preziose risorse IT eliminando la necessità di gestire complesse configurazioni custom. Ricorrere ai PVD significa abbattere i rischi di deployment e assicurarsi il più alto ritorno sull’investimento in prodotti e soluzioni Pure.

 

“Pure ha esteso uno dei suoi mantra ‘Simple is Smart’ alle soluzioni che fanno parte del programma PVD. Facciamo in modo che per i nostri clienti sia ancora più naturale implementare soluzioni integrate con i nostri partner tecnologici”, ha dichiarato Michael Sotnick, Vice President, Global Alliances di Pure Storage. “Ora i clienti possono dotarsi in maniera semplice e prevedibile di soluzioni integrate che garantiscono risultati certi e uniformi”.

 

I PVD sono già disponibili per alcune delle soluzioni Pure maggiormente utilizzate come Commvault per la protezione dei dati e Vertica in Eon Mode per gli analytics. Pure continuerà a estendere la propria library di PVD nei prossimi mesi.

 

“Siamo lieti di poter offrire, nell’ambito della nostra partnership con Pure Storage, uno dei primi Pure Validated Designs (PVD) per fornire ai clienti comuni un metodo ancora più semplice per adottare la nostra soluzione di analytics unificata scalabile ad alte prestazioni”, ha affermato Joy King, VP of Product and GTM Strategy di Vertica. “Grazie al PVD basato su FlashBlade con Vertica in Eon Mode per gli analytics ad alte prestazioni su scala estrema, le aziende possono semplificare il deployment e le operazioni, ridurre i rischi e liberare risorse IT per attività business-critical”.

 

“I nostri clienti vogliono sfruttare il meglio delle tecnologie per la gestione dei dati e il rapid recovery. Combinare le soluzioni di data management Commvault con la piattaforma unificata a file e oggetti Pure FlashBlade è una scelta naturale per fornire la semplicità, la scalabilità e l’agilità di cui hanno bisogno”, ha commentato Mercer Rowe, Vice President, Global Partner Organization di Commvault. “Siamo lieti di aderire al programma Pure Validated Design per poter offrire una soluzione best-in-class completamente supportata da entrambe le società”.

 

I PVD si compongono di due parti, una Design Guide e una Deployment Guide. La Design Guide delinea una panoramica tecnica completa delle risorse necessarie al deployment, incluse le specifiche hardware e software. La Deployment Guide traccia invece le best practice per configurare la soluzione scelta su architettura Pure Storage. Insieme, queste guide danno vita a un modello che consente un’implementazione di successo.