Tratta degli esseri umani: L’Unione Europea lancia l’allarme

Massimo Scambelluri

Dati preoccupanti quelli che sono stati resi noti oggi dal vicepresidente della Commissione europea Franco Frattini, in previsione della giornata contro il traffico degli esseri umani fissata per il prossimo 18 ottobre. Dodici miliardi di dollari annuali è la stima relativa il giro d’affari che ruota attorno a questo circuito di illeciti gestito da parte di potenti organizzazioni criminali. Due milioni e mezzo di persone invece sono quelle coinvolte all’interno di questo vortice di violenza e sfruttamento, tra queste molte sono le donne. Il dato che maggiormente preoccupa però è relativo l’abbondante presenza di bambini vittime di un ampio ventaglio di abusi. Dal lavoro forzato nell’agricoltura, all’edilizia, ai ristoranti fino ad arrivare alla triste pagine dell’industria del sesso. In occasione della giornata contro il traffico degli esseri umani ”vogliamo lanciare un messaggio chiaro: tolleranza zero per i criminali e pieno supporto alle vittime”, ha sottolineato Frattini, che oggi a Bruxelles ha assistito alla presentazione, nella sede della Commissione, del film ‘Trade’, storia dell’odissea di una ragazza messicana rapita per essere sfruttata sessualmente.