7.611 identificati, 5 arrestati, 42 denunciati nell’ambito dell’operazione “stazioni sicure” della Polizia di Stato

redazione

7.611 identificati, 2.542 bagagli controllati, 5 arrestati, 42 indagati e 76 sanzioni amministrative elevate in materia di sicurezza ferroviaria: questo il bilancio dell’operazione “stazioni sicure”, che ha visto impegnati 1.285 operatori della Polizia Ferroviaria in 473 stazioni ferroviarie.
Le attività sono state supportate anche da unità cinofile in azione su Milano Centrale, Roma Termini, Bologna Centrale, Napoli Centrale, Ancona Centrale, Bari Centrale, Cagliari e Venezia Mestre. Le pattuglie si sono avvalse anche di smartphone di ultima generazione per il controllo in tempo reale dei documenti e di metal detector.
A Roma Termini gli operatori della Polizia Ferroviaria, unitamente ai cinofili, messi a disposizione dalla Questura di Roma, hanno arrestato un cittadino gambiano trovato in possesso di circa mezzo kg di marijuana.
Sempre nella stazione di Roma Termini è stato rintracciato un bambino di 9 anni che si era perso nella metropolitana.
Nella stazione di Avezzano è stato arrestato un italiano, ricercato per rapina e condannato ad una pena definitiva di 5 anni di carcere.
A Livorno è stato rintracciato ed arrestato un cittadino ceco destinatario di un mandato di arresto europeo per i reati di violenza o minaccia a pubblico ufficiale e lesioni personali volontarie. L’uomo dovrà scontare 4 anni di reclusione.