Arrestati per concussione due funzionari della Asl di Lodi

Ivano Maccani

Avevano appena intascato una “mazzetta” dal gestore di un bar di Lodi, ma sono stati arrestati dai finanzieri del “117” prima che potessero occultare il denaro.

Finisce dunque male per due funzionari dell’ASL del capoluogo laudense, ambedue responsabili del Servizio d’Igiene degli Alimenti e della Nutrizione, sui quali i militari delle Fiamme Gialle hanno rinvenuto alcune centinaia di euro in banconote da 50.

Contestualmente all’arresto è stata immediatamente avviata anche la perquisizione degli uffici in cui lavoravano i due indagati e nei quali i finanzieri, anche grazie alla massima collaborazione offerta dallo stesso Ente, hanno sequestrato molta documentazione che ha dato poi avvio a decine di audizioni effettuate nei confronti di numerosissimi imprenditori locali.

Taluni di questi, incalzati dalle domande degli investigatori, hanno confermato il quadro accusatorio già emerso chiaro nei confronti degli arrestati.

L’attività di servizio si è ininterrottamente protratta nei giorni e nelle notti successive all’arresto con l’impiego massiccio di militari dei Reparti della Guardia di Finanza operanti nella Provincia di Lodi anche se, in accordo con la Procura della Repubblica di Lodi, l’indagine è stata comunque caratterizzata dal massimo della riservatezza sino all’epilogo rappresentato dall’arresto il flagranza dei due dipendenti pubblici infedeli.