Ascoli Piceno: arrestato gruppo criminale autore di grossi furti

Roberto Imbastaro

La Polizia di Stato di Ascoli Piceno in collaborazione con la Squadra Mobile di Napoli, di Pesaro e il  Commissariato di S. Benedetto del Tronto, ha smantellato un  gruppo criminale, composto da 16 individui, 5 sono stati arrestati a seguito di ordinanza cautelare in carcere e gli altri denunciati all’A.G. , tutti ritenuti responsabili  di grossi furti a ditte locali presenti nella regione Marche, dal 2010 al 2011, in particolare nel territorio di Ascoli Piceno e Pesaro-Urbino. Il sodalizio criminale, era diviso con ruoli e compiti ben definiti, un gruppo operativo di 11 soggetti, che commetteva materialmente i furti; un gruppo di 3 persone che si occupava della ricettazione, la refurtiva veniva ridistribuita principalmente sul mercato marchigiano e campano; un gruppo di 2 persone, napoletane, che si occupava di favorire gli autori dei reati, fornendo loro ospitalità e contestualmente ricoverando i mezzi carichi della refurtiva all’interno della propria ditta sita a Napoli. Le indagini hanno fatto emergere in modo inequivocabile l’esistenza di un’associazione per delinquere caratterizzata da un vincolo associativo di tipo continuativo finalizzata alla commissione di una pluralità di delitti contro il patrimonio, rapporto reso ancor più stretto per via del grado di parentela esistente tra alcuni degli indagati. L’esistenza della struttura organizzativa, emerge chiaramente dalla meticolosa preparazione del progetto criminoso, curato in modo estremamente professionale, così come emerso dallo studio del modus operandi, dagli elementi raccolti, dalla ricostruzione degli eventi, ma soprattutto dall’utilizzo di mezzi e tecnologie atte a neutralizzare i sistemi di allarme.