Asti: 14 arresti per traffico di stupefacenti

redazione

La Polizia di Stato di Asti ha arrestato 14 persone ritenute responsabili dei reati di  traffico internazionale di sostanze stupefacenti tra i Caraibi e l’Italia.

Le indagini, iniziate nel 2012, hanno individuato, grazie anche alle attività tecniche,  una rete di corrieri prevalentemente domenicani residenti in Italia e un italiano, attraverso i quali la sostanza stupefacente giungeva in Italia e successivamente ad Asti per rifornire le locali “piazze” di spaccio e identificando i  fornitori, i corrieri, gli agenti della polizia dominicana compiacenti e, naturalmente, altri destinatari della sostanza stupefacente localizzati in numerose regioni italiane.

L’importazione della cocaina avveniva tramite i cosiddetti “ovulatori”, remunerati in base alla quantità di sostanza stupefacente trasportata”: 1000 € ogni 80 ovuli di cocaina corrispondenti a circa un chilogrammo di cocaina.        

I trafficanti provvedevano  ad “ordinare la roba” dai fornitori a Santo Domingo, anche per il tramite di trafficanti con dimora in Olanda ed in Turchia, ad ingaggiare i corrieri “ovulatori”, a volte dopo avergli regalato biglietti aerei e soggiorno nell’isola di Santo Domingo chiedevano di trasportare un chilogrammo di cocaina in corpore, stando attenti ad evitare più viaggi per le stesse persone e cambiando aeroporto di arrivo e di scalo a seconda della presenza di controlli meno blandi anche in altri paesi tra cui  Belgio, Olanda, Spagna e Turchia ed  infine giunti nel pieno possesso della sostanza a piazzarla sul mercato, con un cospicuo guadagno economico corrispondente a circa 30 mila euro per ogni chilogrammo importato.