Autotrasporti: minacce alla Cna Fita

Roberto Imbastaro

Le minacce ricevute nei giorni scorsi dai rappresentanti della Cna Fita sono atti vili e gravissimi che dimostrano come l’autotrasporto sia un settore fortemente esposto all’illegalità e all’arroganza di chi preferisce atti come questo al confronto aperto e trasparente.“Esprimo la mia solidarietà e il mio sostegno a Cinzia Franchini, presidente di Cna Fita e Mirko Valente, responsabile provinciale”, ha dichiarato Eleuterio Arcese, presidente di ANITA. “E’ una presidente coraggiosa che ha dimostrato fermezza e determinazione nel rappresentare le imprese di autotrasporto in momenti difficili, facendo anche denunce forti”.“Stimo molto la giovane presidente della Cna Fita che fin dai primi giorni della sua elezione ha avuto il coraggio di fare scelte anche impopolari, che hanno garantito il dialogo e la possibilità del confronto, necessarie a superare insieme questa crisi di portata eccezionale”.“Contrastare l’illegalitaÌ e le infiltrazioni malavitose deve essere un obiettivo primario per preservare gli imprenditori ma soprattutto il mercato in cui essi operano”, secondo il presidente di ANITA. “E’ necessaria una scelta di campo intransigente. In questa battaglia ANITA è con la Fita e con Cinzia Franchini per promuovere un’imprenditoria sana”.