Camorra: arresti e sequestro di beni a Caserta

redazione

I Carabinieri del Nucleo Investigativo di Caserta hanno notificato complessivamente cinque ordinanze di custodia cautelare in emesse dal Gip di Napoli su richiesta della Direzione Distrettuale Antimafia partenopea. Nel mirino un’importante zuccherificio i cui titolari, Biagio e Franco Passarelli,  sarebbero vicini alla fazione Schiavone del clan dei Casalesi. Franco era agli arresti domiciliari ed è stato trasferito in carcere insieme al fratello Biagio, che era libero. Per sottrazione di 25 tonnellate di zucchero dalla ditta di famiglia che erano sotto sequestro preventivo, è stata arrestata anche la moglie di Franco, Susanna Cantelli, insieme a Giuseppe Ammaliato e Giuseppe Errico. Sono stati inoltre sequestrati beni per circa 200 milioni di euro.