Catanzaro, ordigni esplosivi: distrutta cellula criminale

Redazione
La Polizia di Stato di Catanzaro ha eseguito 7 ordinanze di custodia cautelare nei confronti di pregiudicati lametini ritenuti responsabili a vario titolo di fabbricazione,detenzione e porto in concorso di due ordigni esplosivi di micidiale potenza e della coltivazione di sostanza stupefacente del tipo canapa indiana.
Le indagini del Commissariato di P.S. di Lamezia Terme hanno consentito di individuare una cellula criminale in grado di costruire congegni esplosivi di elevatissima pericolosità che dovevano essere utilizzati per un’azione intimidatoria contro un pregiudicato di Lamezia Terme, entrato in aperto contrasto col capo del gruppo criminale.
Gli agenti del Commissariato, nel corso delle indagini, hanno interrotto per ben due volte i propositi criminosi del capo del gruppo criminale , sequestrando i due ordigni e arrestando le persone che erano state incaricate di collocarli nei pressi dell’ abitazione del pregiudicato.
Le bombe, composte entrambe da oltre sette chili di esplosivo ad alto potenziale erano state anche riempite di bulloni di ferro per aumentarne le capacità distruttive.
Nel contesto investigativo emergevano responsabilità di alcuni indagati in ordine alla coltivazione di una piantagione di oltre 300 piante di canapa indiana, che veniva sequestrata e distrutta.