Catturato il detenuto evaso da Regina Coeli

Roberto Imbastaro

In data odierna gli agenti del Nucleo Investigativo Centrale della Polizia Penitenziaria, coadiuvati dal personale della Casa Circondariale di Roma “Regina Coeli”, hanno catturato CUSNIR Stefan, di nazionalità rumena, nato il 16/03/1987, che il 14 gennaio scorso, insieme al compagno di cella, l’albanese HOXHA Altin, nato il 15.09.1983, era evaso dal carcere romano.Cusnir è stato catturato dagli uomini della Polizia Penitenziaria in località Zagarolo  (RM) Via di Colle Farina nr. 45. Il rumeno è stato sorpreso insieme ad altri due  individui, tuttora in corso i identificazione, all’interno  di un’abitazione diroccata.   Il personale del Nucleo Investigativo Centrale si trovava in zona perché impegnato nell’attività di  indagine delegata dal  Sostituto Procuratore dr.Paolo D’Ovidio della Procura di Roma. Nel corso di un servizio di controllo del territorio, alle h. 15.10 circa del 14.02.2012, gli uomini della Polizia Penitenziaria notavano movimento all’interno di una abitazione abbandonato e disponevano un appostamento che consentiva di verificare l’effettiva presenza del latitante. Si decideva, quindi, di intervenire e dopo un breve inseguimento il CUSNIR veniva catturato. Durante l’operazione venivano,inoltre, tratti in arresto Siciliano Gabriele nato a Roma il   04/04/86 eMangione Emanuele nato a Roma  il 27/05/81 per il reato di favoreggiamento.  All’atto dell’arresto il personale del NIC ha provveduto al sequestro di un’auto di grossa cilindrata e di materiale di probabile provenienza delittuosa. L’ intensa attività di indagine, iniziata subito dopo l’evasione,  si è subito rivelata molto complessa, con attività di osservazione, controllo e pedinamento in tutto il territorio nazionale, nonché di attività tecniche, che negli ultimi giorni hanno condotto nella zona del comune Prenestino. L’attività del nucleo investigativo centrale diretta alla ricerca di latitanti ha condotto alla cattura di 17 evasi dagli istituti penitenziari negli ultimi cinque anni. 

L’Amministrazione esprime grande soddisfazione per la professionalità e l’impegno profuso dalla Polizia Penitenziaria per il risultato raggiunto.