Catturato latitante albanese

la redazione

E’ stato estradato in Italia dall’Albania il ricercato Ardian Ostrovica (ora Nurcellari Ardian), giunto stamani all’aeroporto di Fiumicino con volo proveniente da Tirana, accompagnato dal personale del Servizio per la cooperazione internazionale di Polizia – Interpol di Roma.  Il latitante   è stato consegnato agli uomini del NucleoInvestigativo Centrale della Polizia Penitenziaria e a quelli del reparto di Polizia Penitenziaria della casa circondariale di Terni .

L’Evaso albanese  era stato condannato a 20 anni di reclusione per omicidio colposo plurimo, avendo causato un incidente nel quale erano rimaste uccise tre ragazze.

In carcere dal febbraio del 2000, avrebbe terminato la pena nel 2015, ma il 15 agosto del 2010 è evaso dall’istituto di Terni non rientrando da un permesso premio.

A conclusione di una lunga e complessa indagine diretta dal P.M. della Procura della Repubblica di Terni, ed eseguita, a, dal personale del reparto di Polizia Penitenziaria di Terni, l’uomo era stato arrestato il 24 novembre scorso nei pressi di Tirana dal personale del Servizio per la Cooperazione Internazionale di Polizia – Interpol Roma, in collaborazione con la Polizia albanese.

Le indagini, sono state attivate subito dopo la notizia dell’evasione da parte del personale del Reparto di Polizia Penitenziaria di Terni anche attraverso numerosissime attività investigative e di controllo del territorio, sotto il coordinamento del Nucleo Investigativo Centrale (N.I.C.) della stessa Polizia Penitenziaria che ha pianificato tutte le attività di Polizia Giudiziaria finalizzate alla ricerca e localizzazione del latitante, con l’importante contributo fornito del personale di Polizia Penitenziaria dei Provveditorati dell’Amministrazione Penitenziaria di Bari, Firenze, Torino e dell’Istituto di Treviso.

Gli  importanti indizi raccolti durante le indagini  hanno consentito l’emissione del mandato di arresto europeo per la cattura del latitante in area “Schengen”.

Nel maggio 2011, a seguito del rientro del ricercato nella capitale albanese ,la Procura generale della Repubblica presso la Corte di appello di Firenze formulava richiesta al Ministro della Giustizia per la ricerca del latitante in ambito internazionale. Grazie alla rilevanza degli elementi forniti agli organismi internazionali di polizia da parte del personale del  reparto di Polizia Penitenziaria di Terni,  il    latitante   è stato   rintracciato   ed   arrestato a    Kamez,   in Albania, il 24 novembre 2011.

A tutto ciò arriva il plauso di Mirko Manna Segretario generale del Libero Sindacato Appartenenti Polizia penitenziaria (Lisiapp) e di tutta l’organizzazione sindacale, che sottolinea l’opera profusa degli uomini del NIC , un reparto speciale, operativo da pochi anni ma già con numerosi successi di cattura latitanti ed evasi.

A questo, ribadisce Luca Frongia Segretario generale aggiunto Lisiapp, ricordiamo anche molte operazioni del nucleo Investigativo alla cattura di esponenti di spicco del clan dei casalesi e di altre organizzazioni criminali. Per il sindacato “questo importante operazione che quotidianamente nel silenzio e nell’ombra svolgono questi poliziotti, anche contro chi continua a definire la polizia penitenziaria aguzzini o non ci considera la quarta forza di polizia dello stato” conclude Manna.