Checkpoint presenta la nuova soluzione RFreshID

redazione

Nonostante le crescenti preoccupazioni per lo spreco alimentare, ogni anno in Europa vengono buttate via più di 89 milioni di tonnellate di cibo[1]. Il retail contribuisce per circa il 5% della quantità totale, spesso a causa di prodotti freschi scaduti, pari a più di 4,45 milioni di tonnellate. 

Fino ad oggi, i retailer si sono affidati a ispezioni visive che richiedono molto tempo per individuare le date di scadenza dei prodotti deperibili e gestire le necessità di rifornimento.

Secondo il report “La Sicurezza nel Retail in Italia 2021 – Uno studio su perdite, furti e misure di sicurezza”, realizzato da Crime&tech, spin-off dell’Università Cattolica del Sacro Cuore, con il supporto di Checkpoint Systems Italia e la collaborazione del Laboratorio per la Sicurezza, nella maggioranza dei casi gli inventari sono effettuati ancora in modo manuale (43% dei retailer)[2], senza quindi optare per scansioni del codice a barre o l’impiego di tecnologie RFID. Inoltre il 79% dei retailer svolge l’inventario con cadenza prevalentemente annuale o semestrale e con la stessa frequenza in tutti i punti vendita[3]. Tutto ciò comporta che gli stock non siano precisi, lasciando un grande margine di errore.

In questo contesto, i retailer si trovano ad affrontare una sfida estremamente difficile. La gestione delle date di scadenza non è solo fondamentale per la qualità e la vendita dei prodotti in-store ma anche per la responsabilità dei retailer di proteggere i consumatori, garantendo che i prodotti scaduti siano identificati e rimossi tempestivamente.

Con l’obiettivo di aiutare i retailer a rivoluzionare la gestione dei prodotti freschi, Checkpoint Systems, leader globale nelle soluzioni source-to-shopper, presenta la nuova soluzione RFreshIDTM per la gestione dell’inventario dei freschi. Utilizzando la tecnologia RFID, la soluzione consente agli store di monitorare accuratamente ed in tempo reale i livelli di inventario e la gestione delle scorte, identificando allo stesso tempo le date di scadenza vicine o superate.

RFreshIDTM consente ai retailer di gestire l’inventario e di pianificare con precisione quando sono necessari i riordini e quando riassortire l’area di vendita. I clienti Checkpoint che utilizzano la soluzione hanno già notato un netto miglioramento nell’accuratezza dell’inventario, raggiungendo fino al 99%[4] nel magazzino e sul piano di vendita.

Il tempo necessario per effettuare un inventario completo con l’RFID si riduce fino al’78%[5]rispetto al processo manuale. La gestione automatica permette anche una diminuzione dei livelli degli sprechi alimentari fino al 60%[6], grazie al controllo automatico ed in tempo reale delle date di scadenza, effettuato contestualmente all’inventario.

Migliorando i tempi di conteggio dell’inventario, riducendo gli sprechi e gestendo accuratamente le date di scadenza, i retailer possono anche ottenere un aumento delle vendite grazie alla maggiore disponibilità dei prodotti.

Dalla consegna allo smaltimento

Con RFreshIDTM di Checkpoint, i retailer possono ricevere la merce già etichettata con l’RFID in fase di produzione con tutte le informazioni specifiche del prodotto e delle date di scadenza.

In negozio RFreshIDTM consente al personale di utilizzare un dispositivo palmare per le operazioni di ricezione della merce in modo automatico, inventariare i prodotti in esposizione e localizzarli in modo rapido e preciso.

Completando il ciclo dalla consegna allo smaltimento, RFreshIDTM rimuove automaticamente i prodotti scaduti dallo stock di negozio. Infine, RFreshIDTM ha una dashboard facile ed intuitiva che fornisce dati in tempo reale che includono informazioni sul riordino, la scadenza, i report sugli scarti, i prodotti da rifornire, così come gli articoli che stanno per scadere o che sono scaduti.

Offrendo una vasta gamma di vantaggi importanti per i retailer, la soluzione RFreshIDTM di Checkpoint Systems per i freschi, garantisce una gestione e un’esposizione più efficiente dei prodotti in-store. Riducendo gli sprechi e gestendo le scorte in modo più efficiente, i retailer possono anche ottenere un aumento delle vendite.

Alberto Corradini, Business Unit Director Italy di Checkpoint Systems, dichiara: “La gestione delle scadenze dei prodotti freschi rappresenta una sfida per i retailer di generi alimentari. Migliorando la gestione delle scorte e il rifornimento, i retailer non solo assistono ad un netto miglioramento nella rotazione delle scorte e delle vendite, ma riducono anche in modo decisivo l’attuale livello di spreco alimentare evitabile e costoso. RFreshIDTM offre il massimo livello di precisione e permette ai retailer di proporre il giusto prezzo, al momento giusto e al prodotto giusto”.