Cina: oltre 1200 carcasse di maiale nel fiume di Shanghai

eugenia Scambelluri
Spettacolo poco piacevole a Shangai, dove più di 1.200 carcasse di maiali, grandi e piccoli, sono stati ripescate dall‘Huangpu, il fiume che attraversa la città. Le autorità sanitarie credono che gli animali siano stati gettati nel fiume dagli allevatori della provincia di Zhejiang, dopo essere deceduti per una qualche malattia non precisata. Ma intanto gli abitanti della megalopoli chiedono con sempre maggiore insistenza chiarimenti sulla situazione, poiché le acque del fiume sono la fonte di acqua potabile di Shanghai. "E’ ancora potabile l’acqua in cui galleggiano centinaia di carcasse di animali", chiede Liu Wanqing, un abitante di Shanghai citato dal giornale China Daily. "Il governo deve condurre un’inchiesta dettagliata e fornire delle risposte oltre all’ acqua potabile". Dopo aver raccolto diversi campioni di acqua dall’ Huangpu, il governo di Shanghai ha affermato che i risultati ottenuti sono "normali".