Cisco riprogetta l’infrastruttura Internet per favorire un futuro più inclusivo

redazione

 Cisco ha annunciato oggi la sua strategia per aiutare i communication service provider (CSP) e le aziende web scale di tutto il mondo affinché siano in grado di collegare, proteggere e automatizzare le loro reti per fornire un Internet più potente e accessibile a tutti, ovunque, indipendentemente dai limiti geografici.  

A causa della pandemia, le persone, le imprese, i governi e le comunità si sono affidati al potere delle connessioni per andare avanti. Internet è passato dall’essere una necessità ad essere, per la maggior parte delle persone, una vitale linea di comunicazione per connettersi alle informazioni e tra di loro. Le videoconferenze sono aumentate vertiginosamente quando le persone sono state costrette a lavorare da casa e si sono immerse nella didattica a distanza. Tutto ciò, insieme ai servizi sanitari a distanza, allo streaming video ed al gaming, hanno portato il traffico internet ad aumentare del 25-45% in molti paesi del mondo. 

Le reti hanno supportato tutto ciò, ma, secondo Cisco, questo è solo un anticipo del volume di traffico che vedremo nell’era del 5G, con 29.3 miliardi di dispositivi connessi previsti nel 2023. L’architettura di Internet ha bisogno di assistenza e manutenzione continue per sostenere le aspettative del mondo. Con oltre tre miliardi di persone ancora senza accesso a Internet, il divario digitale continua a crescere ed in molti non hanno accesso ad informazioni, istruzione ed opportunità. Trasformare il modo in cui realizziamo le reti è di fondamentale importanza. 

“Cisco ha impiegato gli ultimi cinque anni facendo ricerca ed investimenti su questo portfolio di innovazioni, con l’obiettivo di fornire ai clienti il miglior Internet, e permettere allo stesso tempo di incrementare i ricavi, ridurre i costi e mitigare i rischi”, ha commentato Jonathan Davidson, Senior Vice President e General Manager, Mass Scale Infrastructure Group, Cisco. “Supportando i clienti nella realizzazione di reti innovative, stiamo preparando il mondo per un futuro di successo, per connettere più persone, luoghi e cose. Tra dieci anni, guardando indietro a questo periodo, potremo essere fieri del modo in cui abbiamo affrontato la sfida e di come ci siamo presi cura di Internet”.

Cambiare l’economia di Internet 

Costruire reti per far crescere ed estendere Internet a più aree è stato un processo impegnativo per gli operatori di rete. In risposta a tale sfida, Cisco ha ideato Converged SDN Transport, un progetto innovativo creato per consentire ai service provider di far convergere più reti in un’infrastruttura comune, efficiente in termini di costi e sicura, con una enorme scalabilità.

Oggi, Cisco semplifica ulteriormente i costrutti di Internet grazie alla soluzione Routed Optical Networking volta a far convergere le reti IP e ottiche. Con le ottiche inseribili a trasmissione coerente di Acacia, i progressi nel Segment Routing e nell’Ethernet VPN, e con le nuove funzionalità di Cisco Crosswork Cloud, gli operatori possono creare reti agili, efficienti e semplici da gestire in grado di supportare i livelli di traffico previsti con il 5G. 

L’innovazione alimenta l’Internet del futuro

Cisco ha lavorato con i principali communications service provider e con le aziende web scale tra cui Altibox, AWS, Facebook, Google Cloud, Microsoft Azure, Deutsche Telecom, Rakuten, SFR, Telenor, Telia Carrier, Telstra, Vodafone e altri per progettare gli elementi costitutivi dell'”Internet del futuro”, offrendo maggiore efficienza, agilità e risparmi mai raggiunti prima.

·     Cisco Silicon One 

Con l’introduzione nel 2019 della sua architettura di rete con componenti in silicio, Silicon One™, Cisco offre ai clienti un’architettura unificata e programmabile progettata per migliorare le efficienze operative e fornire la velocità e la capacità necessarie per l’era 5G. In soli 15 mesi, Cisco ha ampliato la piattaforma Cisco Silicon One trasformandola da una soluzione focalizzata sul routing ad una che si rivolge anche al mercato switching web scale, che offre dieci chip di rete (dispositivi) che vanno da 3,2 Tbps a 25,6 Tbps, rendendola la soluzione di routing e switching in silicio più performante sul mercato.

·     Gestione degli utenti 

Cisco presenta Cisco Cloud Native Broadband Network Gateway per i clienti telco (wireline), che si aggiunge alla famiglia di router a banda larga cloud native di Cisco sia per la connetività cablata che mobile. Questa soluzione apre la strada verso una soluzione unificata di gestione degli utenti, portando ulteriore semplificazione ed efficienza e consentendo ai service provider di offrire servizi indipendenti dal luogo in cui le persone usano questi servizi.

·     Reti di accesso, aggregazione, edge e core per maggiori prestazioni

  • Il nuovo router della     famiglia 8000 di Cisco è caratterizzato dai chip della famiglia Cisco Silicon One Q200, offrendo fino a 14,4 Tbps di capacità totale, abilitando gli switch web scale da 32 e 64 x 100G.
  • Nuove potenti line card e chassis per i router Cisco Aggregated Service Router (ASR) serie 9000 e Network Convergence System (NCS) serie 500 e 5500 che forniscono una maggiore capacità con investimenti e costi operativi inferiori
  • Le nuove funzionalità del Crosswork Network Controller (CNC) permettono ai clienti di gestire la soluzione Cisco Routed Optical Networking
  • Cisco Crosswork Cloud

Crosswork Cloud dispone di una nuova applicazione chiamata Traffic Analysis, che offre una visione completa di tutti i punti di peering della rete. Grazie a questa visione, Traffic Analysis fornisce indicazioni utili per ottimizzare il traffico ai confini della rete ed aiutare a prevenire un eventuale impatto sulla customer experience.

  • Cisco Business Critical Services 

Cisco Business Critical Services supporta i clienti che desiderano passare alle soluzioni Routed Optical Networking e Cloud Native Broadband di Cisco, garantendo una transizione ottimale. Grazie alla consulenza sulla progettazione dell’architettura di rete e sulla pianificazione dell’implementazione, Business Critical Services aiuta ad accelerare la migrazione e a ridurre i rischi.  Le nuove opzioni all’interno delle offerte Specialized Expertise Scrum Services e Expert-as-a-Service danno ai clienti l’accesso a potenti strumenti di analisi e una flessibilità ancora maggiore per scegliere le corrette competenze per favorire le loro transizioni.

“Storicamente, creare e gestire un’architettura multi-layer è sempre stata una sfida. Grazie a queste rivoluzionarie innovazioni che comprendono il silicio, i sistemi di routing e i sistemi ottici pluggable a 400G standardizzati, gli strati complessi possono finalmente convergere in un’architettura più semplice e scalabile con strutture di costo ed efficienze in evoluzione. Telia Carrier ha guidato questa transizione facendo leva su elementi costitutivi come il Cisco 8000 e l’NCS 5700, ottenendo una rete più facile da mantenere, più veloce da adattare e più economica da gestire. Ci aspettiamo che i communication service provider effettuino una transizione decisa delle reti metro e long-haul esistenti nel prossimo anno”, ha dichiarato Mattias Fridström, Chief Evangelist di Telia Carrier.

“Oggi la crescita del traffico è senza sosta, il che rende la soluzione Cisco cloud-native BNG una vera e propria svolta. Con BNG distribuiti più vicino agli utenti finali, possiamo supportare una crescita esponenziale della nostra rete senza ulteriore complessità operativa. Inoltre, questa soluzione supporta più sedi CDN distribuite, il che significa che possiamo offrire una migliore esperienza utente e ridurre la domanda di traffico della rete centrale, con un conseguente miglioramento delle economie. Ed infine, il passaggio a un modello cloud-native, con piani utente e di controllo separati, supporterà la fornitura di servizi indipendenti dall’accesso, utilizzando una soluzione convergente di gestione degli utenti sia cablati che 5G” ha affermato Per-Øyvind Ødegård, Chef Architect Infrastructure, Altibox.