Come far tesoro della propria presenza sul web

redazione

La ricerca di Confcommercio Milano, Lodi, Monza e Brianza certifica ancora una volta quanto ormai sappiamo da tempo: le aziende vanno sempre più online. E non si tratta di una tendenza che riguarda qualche ambito particolare, ma le organizzazioni commerciali nella loro grande maggioranza, con numeri particolarmente significativi per realtà che operano nell’ingrosso e nel dettaglio non alimentare.

Se la presenza online può essere variegata, dal classico sito web all’eCommerce, passando per i diversi canali social, una cosa è costante: essere sul web è ormai imperativo per ogni realtà che si rivolga a un pubblico, non per forza consumer. Ma è importante farlo bene, per differenziarsi in uno scenario sempre più affollato, offrendo ai propri interlocutori quello che essi richiedono.

“Il fatto che essere online sia oggi fondamentale non deve però far cadere gli imprenditori nel tranello di essere online giusto per esserci. Se non si lavora a una strategia precisa e non si investe in modo serio nel web, esso può trasformarsi in un boomerang. Avere un sito web non ottimizzato, lento, dal design non accattivante, può influire negativamente sulla reputazione di un brand. E per questo in SiteGround ci impegniamo ad accompagnare i nostri clienti in questo percorso,” spiega Luca Rodino, Responsabile del mercato italiano per SiteGround.

Quali sono gli elementi da considerare quando si vuole portare la propria attività online?

In primo luogo, l’hosting, ovvero il servizio a cui appoggiare il proprio sito. Ne esistono diversi ed è importante scegliere quello giusto in base alle proprie necessità. È fondamentale che le risorse siano adeguate al traffico normale, ma anche che possano gestire eventuali picchi di traffico dovuti ai motivi più vari, ad esempio le offerte commerciali durante il Black Friday, nel caso in cui si tratti di un eCommerce.

Dal tipo di hosting prescelto discendono alcune caratteristiche fondamentali, come l’affidabilità e la responsività del sito. Il web è la vetrina digitale di ogni azienda, e deve essere sempre disponibile, in ogni momento, anche in caso di manutenzione o aggiornamento. Non c’è peggior situazione per un imprenditore che essere percepito come irraggiungibile da chi invece è alla ricerca di un contatto. Lo stesso vale per i tempi di risposta: nel mondo sempre più digitale che stiamo vivendo, gli utenti sono abituati ad avere risposte pressoché immediate, e si aspettano lo stesso da ogni sito. Una ricerca SiteGround ha mostrato come tempi di caricamento superiori a cinque secondi comportino una perdita di circa il 90% delle visite.

Con l’aiuto di alcuni plugin e/o strategie di ottimizzazione è possibile migliorare i risultati di caricamento di un sito web, ottimizzando così l’esperienza dell’utente, un aspetto fondamentale per il posizionamento sui motori di ricerca. In questo contesto, la velocità e l’esperienza dell’utente sono correlate. Se il sito web è progettato e ottimizzato correttamente, l’esperienza dell’utente migliorerà e con essa tutti i vantaggi connessi, come l’aumento delle vendite, la ripetizione degli acquisti, l’immagine del marchio e un lungo eccetera.

Il posizionamento SEO è un altro aspetto importante, perché da questo dipende la possibilità di essere trovati da chi ancora non conosce direttamente l’indirizzo web. Un sito web con buoni contenuti, ottimizzato e veloce, si traduce in un posizionamento duraturo nel tempo, occupando posizioni di rilievo nei motori di ricerca.