Con Commvault Cloud, powered by Metallic AI, nasce la prima vera piattaforma cloud per la resilienza informatica nell’azienda ibrida

Commvault, fornitore leader di soluzioni per la resilienza informatica e la protezione dei dati per aziende cloud ibride, ha annunciato Commvault Cloud, powered by Metallic AI, una piattaforma unica nel suo genere che offre ai dipartimenti IT e di sicurezza un modo per migliorare radicalmente la resilienza informatica in un momento storico caratterizzato da ransomware e cyberattacchi senza sosta.

Commvault Cloud unifica tutte le offerte SaaS e software dell’azienda su un’unica piattaforma, in cui visibilità e controllo possono essere gestiti in modo olistico attraverso una singola console. Creata appositamente per la resilienza informatica, consente agli utenti di prevedere più rapidamente le minacce, effettuare ripristini puliti e accelerare i tempi di risposta alle minacce, tutto con il più basso TCO possibile. Inoltre, grazie all’architettura unica di Commvault Cloud, i clienti possono proteggere e ripristinare i propri dati, su qualsiasi workload, infrastruttura e in qualsiasi luogo, sia di partenza che di arrivo.

La necessità di una moderna resilienza informatica non è mai stata così forte. Se un’azienda non fosse in grado di ripristinare da un attacco in poche ore, l’impatto diretto sulla reputazione e sulla fedeltà dei clienti sarebbe significativo. Tuttavia, secondo una recente ricerca IDC, il 59% degli oltre 500 ITOps e SecOps intervistati, si aspetta che un ripristino informatico richieda giorni o settimane, un tempo inaccettabile quando si cerca di mantenere l’operatività delle aziende. [1]

“Raggiungere una cyber resilience di livello enterprise è una cosa molto diversa che costruire barriere più alte o fossati più profondi. Richiede un nuovo approccio che consideri in modo olistico l’intero panorama, dalla migliore protezion e sicurezza dei dati, alla data intelligence alimentata da AI, al ripristino rapido,” ha dichiarato Sanjay Mirchandani, President e CEO di Commvault. “Con queste funzionalità avanzate e un ecosistema di partner ricco e in crescita, la nostra piattaforma unica e consolidata rappresenta il nuovo standard di resilienza informatica.”

Guidare resilienza informatica e data intelligence con AI e Commvault Cloud

Commvault sta introducendo innovazioni che possono aiutare i clienti a sfruttare appieno i vantaggi dell’AI e a migliorare la resilienza informatica. A differenza di altri che utilizzano l’intelligenza artificiale semplicemente per generare contenuti, Commvault la utilizza per aiutare i clienti ad agire. Ecco come funziona.

Con Commvault Cloud gli utenti avranno accesso ad Arlie, abbreviazione di “Autonomous Resilience”, un nuovo copilota AI che sarà a loro disposizione 24 ore su, 7 giorni su 7, e potrà rispondere alle richieste in linguaggio semplice e chiaro. Arlie si interfaccerà con modelli di intelligenza artificiale generativa che non solo consolideranno informazioni e report, ma forniranno agli utenti risposte personalizzate e attuabili. Ad esempio, potranno utilizzare Arlie per verificare o convalidare un punto di ripristino pulito per i sistemi critici o per generare in pochi secondi il codice richiesto.

Arlie si integrerà sul backend con Azure OpenAI Service. Le nuove funzionalità abilitate dall’intelligenza artificiale che supportano questo tipo di interazione personale/umana al’’interno di Commvault Cloud includono:

  • Insight attivi: fornisce agli utenti analisi delle minacce in tempo reale e riepiloghi dei report che mostrano le informazioni più recenti sullo stato di salute della loro resilienza informatica, eliminando la necessità di analizzare filtri e report per dare priorità alle informazioni più urgenti.
  • Assistenza al codice: offre un metodo “no code” per creare un’integrazione o codificare un’azione: gli utenti devono semplicemente digitare una descrizione di ciò che desiderano fare e l’assistente al codice lo genererà sul posto.
  • Percorsi personalizzati: offre percorsi guidati e riferiti al contesto che facilitano configurazione, personalizzazione e messa a punto di Commvault Cloud in base alle specifiche degli utenti. È sufficiente porre domande su “come fare” per ricevere documentazione passo-passo con screenshot commentati.
  • Correzione delle root cause: monitora costantemente le prestazioni di Commvault Cloud utilizzando l’intelligenza artificiale generativa per individuare i problemi e offrire raccomandazioni in tempo reale su come ottimizzare la resilienza informatica.

Commvault sta inoltre annunciando progressi nel campo di intelligenza artificiale e sicurezza, codificati direttamente in Commvault Cloud e che si presentano come insight intelligenti inseriti nei flussi di lavoro quotidiani con:

  • Previsione avanzata delle minacce: utilizza l’analisi predittiva delle minacce in tempo reale per individuare ransomware guidati da intelligenza artificiale, malware AI che cambiano forma, prima che abbiano un impatto sui backup dei clienti e sulla loro capacità di ripristinare in modo pulito.
  • Recovery Cloudburst Recovery: migliora la continuità aziendale utilizzando infrastructure-as-code e cloud-scaling per automatizzare un ripristino dei dati rapido e senza attriti in qualsiasi luogo. Gli utenti beneficiano di un’eccezionale portabilità e di un TCO ridotto grazie all’accelerazione del processo.

“Le aziende fanno grande affidamento sui propri dati digitali per mantenere l’efficienza delle operazioni e la funzionalità dei servizi ai clienti. Ecco perché il ransomware è così dirompente,” ha dichiarato Jennifer Glenn, Research Director di IDC Security and Trust Group. “La necessità di una moderna resilienza informatica supportata dall’AI, come quella offerta da Commvault, è incredibilmente importante per le aziende di oggi – che si tratti di sistemi on-premise, cloud o ibridi.”

Progredire nei ripristini puliti con Commvault Cloud e Microsoft Azure

Dopo un attacco informatico, avere un backup pulito è fondamentale, così come avere un luogo pulito per il ripristino. Ecco perché Commvault annuncia Cleanroom Recovery. Con Commvault Cloud, e in collaborazione con Microsoft Azure, i clienti possono utilizzare questo servizio per ripristinare in una cleanroom nel cloud “a portata di mano”, contribuendo a garantire ripristini rapidi, senza attriti e affidabili. Questa offerta è ideale chi desidera condurre test di risposta agli incidenti su base regolare.

Commvault Cloud diventa Platinum

Commvault sta introducendo Platinum Resilience, un servizio completamente gestito che fornisce protezione, impegno e reattività senza pari alle minacce di cybersecurity e agli eventi disastrosi. Questo servizio, presentato a clienti selezionati nell’ambito di un programma di anteprima ad accesso anticipato, la cui disponibilità completa è prevista a inizio 2024, offre:

  • Pacchetto dalla A alla Z: backup e ripristinodi livello enterprise, automazione avanzata guidata da intelligenza artificiale, cyber deception, test di ripristino e controlli readiness, reportistica avanzata, audit di sicurezza, telemetria personalizzata e molto altro.
  • Un control plane dedicato, protetto e isolato: per una protezione e una resilienza dei dati ibrida potente e completa, con la facilità d’uso del cloud. 
  • Un team di preparazione e risposta al ransomware, disponibile 24×7: per ottimizzare tutto, dalla configurazione, ai test e alla convalida continui, fino al ripristino in caso di evento informatico.

Commvault è sicura che Platinum Resilience offra il meglio in termini di resilienza informatica end-to-end, e viene fornita con Commvault Protection Warranty per garantire a tutti, dai responsabili IT ai membri dei consigli di amministrazione, la certezza di ripristino da un attacco.

I clienti che desiderano partecipare al programma di early adoption  possono accedervi qui. Commvault mette a disposizione anche una serie di soluzioni in bundle che offrono una scelta eccezionale in base alle esigenze del cliente.

Nuove opportunità per i clienti su Oracle Marketplace

Commvault ha annunciato che i clienti possono accedere a Commvault Cloud tramite proposte private attraverso Oracle Cloud Marketplace, un repository centralizzato di applicazioni enterprise offerte da Oracle e dai suoi partner. Grazie a questa integrazione, i clienti possono ora acquistare e fornire soluzioni Commvault testate direttamente da Oracle Cloud Marketplace.

Commvault Cloud è disponibile anche su: Microsoft Azure Marketplace, Google Cloud Marketplace e Salesforce AppExchange.

About Commvault


[1] Goodwin, P. (2023). The cyber-resilient organization: maximum preparedness with bulletproof recovery [White paper]. IDC. https://www.commvault.com/resources/idc-whitepaper-the-cyber-resilient-organization-maximum-preparedness-with-bulletproof-recovery