Connettività e controllo accessi: le novità Came per sicurezza 2019

redazione

A Sicurezza 2019, manifestazione dedicata agli operatori del settore security & fire, CAME presenta una selezione di prodotti evoluti e innovativi che coniugano automazione e innovazione con l’interattività e la connettività di CAME Connect, una tecnologia che permette all’utente di gestire e controllare facilmente, ovunque si trovi, tutti i dispositivi installati tramite le App dedicate, utilizzando il proprio smartphone o tablet. Il professionista, con un semplice collegamento Internet, può geolocalizzare gli impianti, effettuare diagnosi da remoto in modo efficiente e veloce, cambiare le impostazioni di settaggio e inviare le notifiche delle manutenzioni programmate, garantendo un servizio sempre efficiente ai propri clienti.

 

La multinazionale trevigiana, leader nel settore delle automazioni, controllo accessi e sicurezza, torna da protagonista a Sicurezza 2019 proponendosi come partner tecnologico in grado di supportare progetti che prevedono integrazione di sistemi per migliorare la qualità degli spazi di vita, privati e collettivi, con prodotti pensati per il controllo della casa e per la gestione degli spazi collettivi e dell’urbanistica. CAME ha registrato un fatturato di 250 milioni di euro nel 2018 e dà lavoro ad oltre 1.700 dipendenti. Presidia il mercato con filiali in 20 Paesi e grazie a partner e distributori commerciali opera in 118 Paesi del mondo.

 

Residential solutions. Tra le tante novità presentate a Sicurezza 2019 spicca QBE, una soluzione innovativa che grazie alla tecnologia CAME Connect è in grado di dialogare con tutte le automazioni e i sistemi di sicurezza e controllo dell’abitazione, consentendo la loro gestione da remoto, direttamente su smartphone o tablet con un’unica App. Grande spazio sarà dato anche alle automazioni connesse per cancelli tra cui emergono: BXV e BKV, ideali per cancelli scorrevoli residenziali, condominiali o di grandi dimensioni; AXI, studiata per applicazioni su cancelli a battente con ante fino a 2,5 metri; FTX, progettata per applicazioni di tipo residenziale o condominiale e per essere installata su pilastri di piccole dimensioni (a partire da 15 cm) oppure su serramenti a battente con distanze fino a 25 cm tra perno del cancello e il punto di fissaggio del motore. Fiore all’occhiello per la sicurezza residenziale le centrali antintrusione PXC2, in grado di gestire fino a 212 punti di connessione. Nell’ambito della videocitofonia spiccano il posto esterno antivandalo MTM VR, il videocitofono smart XTS, un concentrato di tecnologia e design, e in anteprima assoluta il posto esterno XVP adatto a contesti esclusivi.

 

Business solutions. Grazie alla recente acquisizione dell’azienda turca Özak, CAME ha consolidato e ampliato l’offerta di soluzioni per il controllo degli ingressi pedonali, che ora vanta una gamma completa di tornelli a cui sarà dedicata una seconda area dello stand di Sicurezza 2019. I riflettori saranno puntati sulla gamma Speed Gate e in particolare sul modello HG 02, un tornello con ante a scomparsa, particolarmente adatto per location raffinate ed eleganti ma con spazi limitati; seguono il tornello a tutta altezza BT 312-S, il tornello a battente PG 03 e il tornello scorrevole SG 5S, che garantisce un’elevata sicurezza d’accesso grazie ai sensori.

 

URBAN solutions. Nell’area dedicata al controllo accessi veicolare debutteranno le nuove barriere con tecnologia brushless Gard PT e PX, che garantiscono fino a 5 milioni di cicli. Inoltre, i visitatori potranno scoprire tutta l’offerta per l’alta protezione urbana, dai dissuasori delle gammeONE 50 e G30, passando per i sistemi per la protezione totale di obiettivi sensibili roadblocker shallow mount, fino al software di controllo urbano Sygma 4, sviluppato per centralizzare e gestire tutti i sistemi di sicurezza installati e integrabile con sistemi esistenti di Hypervision.