Contachilometri scaricati: scatta la denuncia per frode in commercio

Stefano Serafini

Un’importante concessionaria di automobili sita a Bergamo, e molto attiva anche sui siti web specializzati, è stata sequestrata dai finanzieri del Comando Provinciale perché ha frodato numerosi ignari clienti vendendo veicoli usati ma con i contachilometri manomessi.

Secondo quanto accertato dai finanzieri bergamaschi, che allo scopo hanno ascoltato agli atti circa 70 persone, sono almeno 35 i casi in cui le auto vendute dalla ditta presentavano chilometraggi nettamente inferiori alla realtà, in un caso erano addirittura stati scaricati oltre 120.000 km.

Oltre all’analisi dei dati rinvenuti in uno dei computer in uso alla ditta, sono stati ben 20 i Reparti della Guardia di Finanza interessati all’indagine, che avevano il compito di raccogliere le informazioni dai clienti residenti fuori dalla provincia di Bergamo.

Le indagini delle Fiamme Gialle, coordinate dalla Procura della Repubblica orobica, sono state avviate a seguito di alcune querele presentate da clienti che solo in seguito si sono accorti di essere stati truffati.

I titolari della concessionaria, unitamente ad alcuni dipendenti della stessa, sono stati quindi denunciati per truffa e frode in commercio.