COVID-19 e Cybercrime: l’Italia è il 4° Paese al mondo più colpito dalle minacce IT a tema pandemia

redazione

 Le minacce IT continuano ad abbattersi sull’Italia, che fa registrare un nuovo primato: nel primo semestre 2021 è il quarto Paese al mondo più colpito dalle minacce informatiche correlate al COVID-19 e alla pandemia. Il dato emerge da “Attacks From All Angles: 2021 Midyear Cybersecurity Report”, il report sulle minacce informatiche del primo semestre 2021, a cura di Trend Micro Research.

In questa prima parte dell’anno i cybercriminali si sono dati da fare e sul nostro Paese si sono abbattuti 131.197 attacchi tra e-mail di spam, malware e siti maligni a tema pandemia. Nella classifica delleminacce a tema Covid-19 l’Italia è preceduta solo da Stati Uniti (1.584.337), Germania (832.750) e Colombia (462.005). Nel primo semestre 2021 l’Italia è in vetta anche nelle classifiche malware e si attesta prima in Europa e quarta al mondo, con 28.208.577 attacchi. Sul podio Giappone (174.994.613) Stati Uniti (163.667.075) e India (29.008.051).

Italia: i numeri della prima metà del 2021

  • Minacce a tema COVID-19 – L’Italia è quarta al mondo con 131.197 attacchi tra e-mail di spam, malware e siti maligni
  • Malware – Il numero totale di malware intercettati in Italia nella prima metà del 2021 è di 28.208.577. L’Italia è il quarto Paese più colpito al mondo e il primo in Europa
  • Le minacce arrivate via e-mail sono state194.879.311
  • I siti maligni visitati sono stati 7.559.192
  • Il numero di app maligne scaricate nella prima metà del 2021 è di 28.215
  • Nella prima metà del 2021 sono stati 1.712 i malware unici di online banking che hanno colpito l’Italia

In tutto il mondo, Trend Micro ha bloccato nel primo semestre un totale di circa 41 miliardi di minacce (40.956.909.973) per un incremento del 47% rispetto al periodo precedente. La maggior parte degli attacchi è arrivata via e-mail. A livello mondiale i ransomware si confermano la minaccia principale, con i cybercriminali che hanno continuato a prendere di mira le aziende più famose. Lo schema di attacco più ricorrente ha visto la cooperazione con terze parti per ottenere l’accesso a reti mirate con l’obiettivo di rubare e crittografare i dati delle vittime. Altre minacce informatiche che hanno fatto registrare numeri importanti son le truffe Business Email Compromise e i malware in ambito di criptovalute. La Zero Day Initiative ha intercettato 770 vulnerabilità.