Crotone, catturato boss latitante

Tiziana Montalbano

La squadra mobile di Crotone e lo Sco, con l’ausilio di specialisti della polizia scientifica di Roma, hanno tratto in arresto Pasquale Manfredi, latitante dal 4 dicembre 2009 e inserito nella lista dei 100 latitanti più pericolosi. L’uomo, elemento di vertice della cosca Nicosia-Manfredi di Isola Capo Rizzato (Kr) è ritenuto responsabile di associazione per delinquere di stampo mafioso, omicidi, reati estorsivi, traffico di stupefacenti, detenzione e porto illegale di armi, anche da guerra. I poliziotti, dopo aver circondato lo stabile in via Kennedy di Isola Capo Rizzuto (Kr), hanno fatto irruzione nella palazzina e hanno sorpreso l’uomo mentre tentava fuggire dal tetto. Successivamente è stata effettuata un’accurata perquisizione dell’intero edificio e individuati i probabili fiancheggiatori, parenti del latitante. Manfredi è ritenuto responsabile di due omicidi e il più pericoloso pregiudicato della provincia crotonese, sospettato di aver eseguito numerosi altri delitti, su cui la Mobile sta indagando.