Da Zone Alarm i consigli per la sicurezza online

Roberto Imbastaro

È tempo di buoni propositi! Oltre alla dieta e all’attività fisica, può essere saggio occuparsi anche della propria sicurezza online. Per questo ZoneAlarm, brand consumer di Check Point Software Technologies, invita gli utenti a una maggiore attenzione e, per iniziare bene il 2014, ha definito una serie di buoni propositi di sicurezza cui fare riferimento per potersi mantenere al sicuro tutto l’anno.  

  • Installare antivirus e firewall, almeno

Anche se non sei la persona più vigile del pianeta, è sempre buona norma avere almeno un antivirus e firewall. L’85% degli attacchi online sono il risultato di dirottamento da siti legittimi, è quindi sempre una buona abitudine avere almeno un antivirus e firewall.

  • Mantenere il software aggiornato

Assicurarsi che il software sia aggiornato è estremamente importante nella lotta contro le più recenti minacce. I criminali online possono sfruttare i buchi di sicurezza trovati nel software non aggiornato e utilizzarli come gateway per il malware ed accedere al tuo PC. Aggiornare il software aiuta a coprire tali falle.

  • Proteggere gli account con password forti

La password è la chiave che apre la porta ai tuoi account online. Usare il nome del proprio animale domestico come password per tutti i propri account può essere molto semplice. Ma cosa succede se un hacker entra in possesso di questa password? Potrà facilmente entrare in tutti i sistemi online. Per questo è importante scegliere password forti per i propri account,  ed evitare di riutilizzarle.

         Che cosa rende forte una password?

1.  Deve avere almeno 8 caratteri

2.  Non dovrebbe riferirsi a nulla di personale. Non utilizzare nomi di membri della famiglia, compleanni, numeri di telefono, poiché si possono indovinare in maniera relativamente semplice.

3.  Dovrebbe essere un mix di lettere maiuscole e minuscole, numeri e caratteri speciali.

4.  Evitate di utilizzare parole reali o complete

 

  • Impostare un’autenticazione a due fattori ogni volta possibile

L’autenticazione a due fattori (TFA) prevede una richiesta supplementare di informazioni per verificare la persona che accede a un account e realmente autorizzata a farlo. Un classico esempio sono i codici di accesso a scadenza via sms, che devono essere immessi in concomitanza con la password corretta prima che l’accesso sia garantito. Molte aziende come Facebook, LinkedIn, e i principali email service provider offrono l’opzione di attivare un’autenticazione a due fattori.

  • Fare attenzione a cosa si condivide online

La maggior parte delle informazioni che vengono condivise online oggi può essere accessibile da pressoché chiunque, ovunque – persino da persone sconosciute. Fare ad esempio il check-in da un luogo di vacanza potrebbe non essere una buona idea, perché potrebbe rappresentare un invito ai criminali a svaligiare casa vostra mentre siete via, o per uno stalker di conoscere i vostri spostamenti. Oltre a questi rischi, condividere troppe informazioni personali potrebbe rendere possibile un vero un furto d’identità. Assicurati di fare attenzione a cosa condividi e a chi ha accesso a quelle informazioni.

 

Questo periodo dell’anno è perfetto per nuovi inizi e porsi nuovi obiettivi. E’ importante cominciare l’anno nuovo nel modo giusto! Assieme a risoluzioni classiche, come ridurre i dolci, andare in palestra e migliorare la gestione del risparmio, assicuratevi di includere la vostra sicurezza online in cima alla lista per godere di un 2014 protetto e sicuro!