Evasione "all’inglese" scoperta dalla GdF in Toscana

Ivano Maccani

Evasione fiscale per oltre un milione di euro scoperta dalla Guardia di Finanza di Arezzo che ha posto sotto la lente di ingrandimento tre società operanti nel settore delle vendite immobiliari con sede a Cortona. Le società gestite da inglesi da tempo residenti in Val di Chiana, si occupano della ristrutturazione e dell’ intermediazione nella vendita di immobili di pregio in diverse località turistiche della Toscana e la loro clientela annovera essenzialmente facoltosi stranieri, in prevalenza inglesi ed americani. Nella quasi totalità dei casi, le provvigioni percepite per i servizi di intermediazione non venivano fatturate e quindi neanche dichiarate al Fisco.

I responsabili delle società facevano apporre negli atti ufficiali di compravendita l’ annotazione secondo la quale, gli acquirenti non si erano avvalsi di intermediazione incassando però le provvigioni comprese fra il 3 e il 6% realizzando evasone fiscale per oltre un milione di euro. Fra i numerosi casi di pagamenti "in nero", spicca quello relativo alla compravendita di "Villa Laura", prestigioso complesso immobiliare situato nelle campagne cortonesi, celebre per essere stato utilizzato come location per il film, uscito nelle sale nel 2003, "Sotto il sole della Toscana". Le Fiamme Gialle, infatti, hanno rilevato la corresponsione di oltre 100.000 Euro di provvigione da parte dell’ acquirente della villa, un cittadino statunitense.