Evasione fiscale per un night club camuffato da circolo privato

Ivano Maccani

La Guardia di Finanza di Oristano ha scoperto un night club travestito da circolo che ha sottratto al fisco oltre 4,5 milioni di euro di redditi non dichiarati e individuati 12 lavoratori in nero. Le fiamme gialle hanno concluso una complessa indagine economico-finanziaria nei confronti di un finto circolo culturale paravento di una vera e propria attivita’ d’ impresa del divertimento notturno che operava in citta’ e che per anni e’ riuscito a non versare nelle casse dello Stato quanto dovuto. Il finto circolo e’ un Night-Club a tutti gli effetti con all’ interno tanto di intrattenimento svolto da signorine con mansioni di ” entreneuse” e ” figuranti di Sala”. ” Sembra che questo tipo di attivita’ non conosca le conseguenze dell’ attuale grave crisi economica”, hanno detto il maggiore Marco Iannicelli e il Tenente Pietro Lombardo, stamani nel corso della conferenza stampa convocata per illustrare l’ operazione. ” Ad Oristano la maggior parte dei circoli non persegue quei fini associativi culturali- sportivi indicati negli statuti, ma esercita una vera e propria attivita’ di impresa. Cio’ concretizza una concorrenza sleale nei confronti degli esercizi che debbono pagare le tasse per intero in quanto non godono delle agevolazioni fiscali proprie dei circoli”. La Gdf ha accertato violazioni di carattere fiscale, riconducibili agli anni dal 2006 al 2011, relative alla omessa dichiarazione di redditi per circa 4,5 milioni di euro e l’ omesso versamento di oltre 1.300.000 di Iva. Nell’ ambito della stessa attivita’ sono stati individuate 12 lavoratrici (la maggior parte di nazionalita’ straniera) completamente in nero per le quali sono state elevate sanzioni amministrative (la cosi’ detta Maxi sanzione) per circa 90mila euro e constatato l’ omesso versamento di contributi previdenziali e assistenziali per altri circa 25mila euro.