Foggia: operazione della Polizia di Stato

Eugenia Scambelluri

Le indagini, condotte della Squadra Mobile foggiana e del Servizio Centrale Operativo, con il concorso della Squadra Mobile e del Compartimento Polizia Stradale di Bari e il Reparto Prevenzione Crimine di Bari, sono partite  lo scorso 18 giugno, dopo l’assalto armato ad un tir che trasportava tabacchi.

Il supporto di attività tecniche ha consentito di individuare un pericoloso gruppo malavitoso, composto da pregiudicati di origine cerignolana e barese, specializzato nella commissione di assalti, anche con l’impiego di kalashnikov, a veicoli adibiti al trasporto di merci di ingente valore. I destinatari dei provvedimenti, peraltro, sono ritenuti gli autori di un’ulteriore, analoga rapina perpetrata, lo scorso 24 luglio, sempre nella zona di confine tra le province di Foggia e Bari.

L’adozione, in via d’urgenza, dei fermi è stata concordata con il magistrato titolare dell’inchiesta, al fine di impedire la prossima realizzazione di ulteriori assalti armati che erano stati pianificati dagli indagati.

L’operazione si inquadra nell’ambito delle attività svolte da appositi gruppi di lavoro, composti da investigatori del Servizio Centrale Operativo e delle Squadre Mobili pugliesi, per contrastare le forme più gravi di criminalità predatoria riconducibili alle numerose consorterie malavitose originarie della Regione.