Foggia, Polizia: sequestrati 50 quintali di rame

Roberto Imbastaro

La Polizia di Stato di Foggia ha eseguito 9 ordinanze di custodia cautelare nei confronti di altrettante persone ritenute responsabili di furto di rame  e ricettazione.
Con l’esecuzione degli odierni provvedimenti si conclude una laboriosa operazione investigativa, condotta dalla Squadra Mobile di Foggia, denominata cuprum, tesa allo smantellamento di un’organizzazione criminale composta da cittadini romeni e italiani che rubavano e ricettavano cavi di conduttori di rame di proprietà di Enel Distribuzione s.p.a. e di Telecom Italia s.p.a.
Le misure restrittive colpiscono soprattutto i gangli vitali dell’organizzazione ovvero i ricettatori, articolati su due livelli. A riguardo le attività investigative hanno dimostrato che il furto di rame sistematicamente operato da spietati romeni, con grave danno per gli impianti, confluiva presso una società di San Severo e sottoposta a sequestro,  operante proprio nel settore del recupero del materiale ferroso, i cui legali rappresentanti si occupavano di ricevere il rame sottratto per poi ripulirlo dalla sua illecita origine al fine di reintrodurlo nel mercato.
Nel corso della laboriosa ed articolata indagine, suffragata da attività tipica di polizia giudiziaria e attività tecnica, sono stati sequestrati oltre  50 quintali di  cavi di rame di provenienza furtiva.
Ulteriori dettaglia saranno resi noti nel corso della conferenza stampa che si terrà alle 11 in Questura.