Forestale: a Manziana salvati 29 cani maltrattati

redazione

Il Comando Stazione forestale di Manziana (RM), coadiuvato dal Servizio Veterinario della ASL RM-F ha rinvenuto nei giorni scorsi nel comune di Bracciano, all’interno di un’area sottoposta a pignoramento, 29 cani di varie taglie e razze, detenuti in condizioni non compatibili con la loro natura. Il sopralluogo, finalizzato a riscontrare la segnalazione pervenuta all’ASL, ha svelato uno scenario inquietante: gli animali erano costretti in strutture non idonee e detenuti con metodi non adatti al loro fabbisogno ecologico ed etologico. Quasi tutti gli animali erano ricoverati all’esterno, in box delimitati da rete metallica con terra vegetale nel fondo, sprovvisti di drenaggio e senza coperture di protezione dalle intemperie. Gli unici giacigli erano costituiti da cucce in materiale plastico o ligneo, spesso condivise da più cani, il fondo del terreno dei box si presentava fangoso, in alcuni casi intriso delle stesse deiezioni. La maggior parte degli animali versava in evidenti condizioni fisiche precarie, alcuni affetti da gravi patologie. È scattato l’immediato sequestro degli animali che sono stati affidati in custodia a due canili convenzionati con il Comune di Roma. Sono in corso ulteriori indagini per giungere all’identificazione dei proprietari dei cani, visto che alcuni animali sono provvisti di microchip, e di eventuali associazioni responsabili delle custodia degli stessi animali, per le eventuali segnalazioni all’Autorità Giudiziaria in merito alla violazione delle disposizioni in materia di maltrattamento degli animali.