Forestale/ENPA: sequestrati 51 cuccioli provenienti dall’est

redazione

Giunge come un altro colpo inferto al traffico di cuccioli provenienti dall’est Europa, la convalida del sequestro di 51 cani effettuato venerdì scorso dal Corpo forestale dello Stato presso un negozio di Fiumicino.I piccoli quadrupedi, tra loro un lungo elenco di razze (Chihuahua, Bulldog inglese e francese, Barboncino, Pechinese, Shitzu, West Highland, Carlino, Bassotto, Cavalier King, Spitz, Yorkshire), erano stati importati dall’Ungheria pur avendo un’età di gran lunga inferiore a quella consentita e difforme da quella registrata sui passaporti. Gli esemplari, infatti, avevano tutti un’età compresa tra i 2 mesi e i 2 mesi e mezzo, mentre la legge stabilisce che i cuccioli di cane possono essere importati se hanno almeno 3 mesi e 3 settimane.L’operazione, particolarmente tempestiva in quanto eseguita il giorno stesso che i cuccioli erano pervenuti presso il negozio d’animali, è stata condotta dal personale del Nucleo Investigativo per i Reati in Danno agli Animali in collaborazione con le guardie zoofile dell’Ente Nazionale Protezione Animali – Nucleo di Roma.Il titolare dell’esercizio commerciale è stato segnalato all’Autorità Giudiziaria competente per importazione illegale, frode in commercio e falso ideologico.I cuccioli sono stati sottoposti ad accertamenti sia da parte del veterinario intervenuto a fianco dei Forestali e dell’ENPA, in qualità di ausiliario di polizia giudiziaria, che da parte del servizio veterinario dell’ASL territorialmente competente.