Frosinone: la Polizia arresta due latitanti albanesi

Roberto Imbastaro

La Polizia Stradale di Frosinone ha  arrestato due latitanti albanesi  sequestrando refurtiva per un valore di circa 600.000 euro.

Le indagini degli uomini della Sottosezione Polizia Stradale di Frosinone sono partite dal mese di giugno dell’anno in corso quando a distanza di pochi giorni si sono verificate due rapine in danno delle casseforti dell’impianto di erogazione carburanti Shell e degli autogrill ubicati all’interno dell’area di servizio La Macchia nel comune di Anagni (Fr).

Le indagini hanno consentito di individuare un gruppo di albanesi che in base ai primi accertamenti effettuati risultavano essere latitanti.

Grazie a indagini tecniche e servizi di monitoraggio ed osservazione e’ stata individuata l’abitazione  nel comune di San Marcellino (CE) che è risultata essere un vero e proprio “covo” per l’occultamento della merce trafugata nel corso dei furti e delle rapine.

Tenuto conto delle caratteristiche del territorio e della pericolosita’ dei soggetti, anche in considerazione della concreta possibilita’ che gli stessi potessero essere armati, veniva richiesto il concorso operativo di personale del N.O.C.S.

A seguito dell’irruzione due uomini che si trovavano all’interno dell’appartamento hanno tentato la fuga gettandosi dal terzo piano sopra una tettoia sottostante, ma gli stessi sono stati  arrestati.

Durante l’operazione è stata inoltre sequestrata un ingente quantitativo di refurtiva (denaro, argenteria, monili in oro) oltre a tre autovetture utilizzate dal gruppo di albanesi.