GdF arresta pirata del web

Ivano Maccani

Il gestore del network italianshare, secondo gli investigatori aveva provveduto, tra l’altro, ad emettere fatture false per circa 100.000 euro nei confronti di una societa’ di persone operante nel commercio al dettaglio di prodotti alimentari, poi sottoposta a verifica dalla Guardia di Finanza di Agropoli, il cui titolare è stato denunciato per frode fiscale. Le indagini finanziarie svolte in Italia ed all’estero, nonche’ le attività investigative eseguite presso 9 imprese clienti localizzate su tutto il territorio nazionale, hanno consentito il recupero a tassazione in capo a Tex Willer, risultato evasore totale, di proventi illeciti quantificati in 580.000 euro, nonché di 83.000 euro di Iva evasa.
Contestati al pirata i reati di condivisione di opere coperte da copyright, con fine di lucro, frode fiscale, sostituzione di persona, falso materiale commesso da privato in certificati, falsificazione di mezzi di pagamento e detenzione ed uso di carte elettroniche intestate a terzi.
Sono state, infine, contestate le violazioni amministrative previste dalla legge sul diritto d’ autore nei casi di illecita condivisione di opere coperte da copyright, quantificate in un range compreso tra i 3,2 milioni ed i 32 milioni di euro, in ragione dell’ ingente mole di file di cui e’ stata accertata la condivisione attraverso i siti pirata sottoposti a sequestro dalle Fiamme Gialle di Agropoli (Sa). Complessivamente, sono state denunciate altre 5 persone per reati di frode fiscale, falsificazione di mezzi di pagamento e favoreggiamento personale.