GdF: arrestata banda di narcotrafficanti

leonardo Ricci

Avevano avviato un fiorente traffico di cocaina dal Sudamerica all’Italia, ma l’arresto di un loro corriere avvenuto lo scorso anno ha messo i finanzieri sulle loro tracce sino a quando non sono stati definitivamente individuati.

E’ questo l’ultima operazione anti-droga, con la quale i finanzieri del Comando Provinciale di Bologna sono riusciti a stringere le manette ai polsi dei quattro membri di una banda di trafficanti internazionali di droga.

Gli stessi trafficanti, due uomini e due donne (tutti romagnoli), erano molto attivi sul locale mercato clandestino della droga che ricevevano da corrieri di loro fiducia in transito presso l’aeroporto del capoluogo emiliano.

Il sistema sembrava scorrere alla perfezione fino a quando le fiamme gialle bolognesi, nel maggio 2012, individuavano un corriere italiano della banda il quale, appena sbarcato da un volo proveniente dal Perù, veniva trovato in possesso di 2 kg. di cocaina.

Il quantitativo di “polvere bianca” sequestrata, unite ad alcune circostanze emerse durante quel sequestro, inducevano gli investigatori della Guardia di Finanza a ritenere che non si trattasse di un fatto isolato ma che dietro ci fosse molto di più.

Ed è stato così che, grazie anche a una serie di intercettazioni telefoniche e di pedinamenti, i finanzieri bolognesi sono riusciti risalire ai canali di rifornimento dei quali si avvaleva la banda nonché a ricomporre la fitta trama di quei traffici.

Sospettando che gli investigatori gli fossero ormai arrivati vicini i quattro avevano scelto di cambiare aria, ma la precauzione non è servita a nulla visto che i finanzieri li hanno comunque raggiunti in una località del veneziano dove la loro carriera di narcotrafficanti è giunta definitivamente al termine.