GdF: due maxi sequestri di sigarette

Stefano Serafini

Tornano prepotentemente alla ribalta i traffici di sigarette di contrabbando che, proprio in questi giorni, registrano due maxi sequestri operati dai finanzieri dei Comandi Provinciali di Brindisi e Cagliari.Il primo sequestro ha avuto come scenario il porto di Brindisi, scalo nel quale i militari della Guardia di Finanza, in collaborazione con il personale della Dogana, stavano eseguendo dei controlli sui container e sugli automezzi in transito.E’ stato proprio durante il controllo ad un autoarticolato con targa bulgara, ufficialmente trasportante della semplice uva da tavola, che le Fiamme Gialle brindisine hanno scovato le sigarette di contrabbando per un totale di oltre 7.500 kg.Le sigarette, l’autoarticolato e finanche lo stesso carico, ovviamente, sono finiti sotto sequestro.La seconda operazione è stata sempre condotta in uno scalo marittimo, stavolta quello di Cagliari, dove i finanzieri hanno proceduto al sequestro di 1.000 casse colme di “bionde” per un quantitativo di circa 10 tonnellate.Le sigarette, in questa circostanza, erano state occultate all’interno di un grande container imbarcato su una nave diretta al porto di Marsiglia (F).Da rilevare come, proprio per quest’operazione, si sia rivelato indispensabile lo scambio informativo con il II Reparto (Relazioni Internazionali) del Comando Generale del Corpo che ha fornito ai colleghi brindisini gli input investigativi necessari per la buona riuscita dell’operazione stessa.Le 10 tonnellate di “bionde” sequestrate, di marca “Richman”, provenivano da un porto degli Emirati Arabi e la loro presenza all’interno del container è stata accertata grazie anche agli scanner di cui si avvalgono la Guardia di Finanza e l’Agenzia delle Dogane, apparecchiature dotate di una tecnologia molto avanzata che consentono di scovare le merci di contrabbando anche fra i più disparati carichi “di copertura” che le organizzazioni criminali utilizzano per eludere i serrati controlli compiuti negli scali marittimi italiani.