GdF, immigrazione: intercettato peschereccio, arrestato lo scafista

Leonardo Ricci

Stavano pattugliando nottetempo le acque antistanti alla foce del fiume Neto (KR), quando si sono imbattuti in un peschereccio carico di immigrati ormai in procinto di sbarcare sulle coste calabresi.E’ stato questo l’inizio di un’operazione di servizio che l’equipaggio di una vedetta della Sezione Operativa Navale della Guardia di Finanza di Crotone ha condotto la notte scorsa intercettando il natante, una delle tante “carrette del mare” che vengono impiegate nel turpe traffico di esseri umani, con a bordo 55 persone – tra cui 2 donne e 6 minori – di presunte nazionalità siriana e pakistana.Effettuato l’abbordaggio del peschereccio, i finanzieri hanno dapprima controllato lo stato di salute dei migranti, per poi condurre l’imbarcazione sino al porto di Crotone dove la stessa è stata posta sotto sequestro.Una volta giunti a terra i militari operanti, in collaborazione con gli agenti della Questura di Crotone, hanno proceduto all’identificazione dei 55 migranti, ciò anche per tentare di individuare la presenza di eventuali scafisti che potevano facilmente confondersi con i migranti stessi.Dopo un’intera nottata impiegata in queste attività di riscontro finanzieri e poliziotti sono però riusciti a risalire allo scafista che, almeno in questa circostanza, non era riuscito ad abbandonare il natante prima dell’abbordaggio delle fiamme gialle.Si tratta di un egiziano che, ovviamente, è stato subito arrestato mentre i suoi “passeggeri” sono stati accompagnati al centro di accoglienza di Isola Capo Rizzuto (KR).