GdF: operazione antidroga a Firenze

Gian Luca Berruti

Un pericoloso latitante albanese, Besink Kulla di 30 anni, ricercato dall’INTERPOL in tutta Europa, è stato arrestato stamani a Vinci (FI) al termine di un blitz condotto dai finanzieri in forza al Gruppo Operativo Antidroga (G.O.A.) del Comando Provinciale di Firenze.

L’operazione delle Fiamme Gialle è scattata alle prime luci dell’alba con l’accerchiamento dell’abitazione nella quale i militari ritenevano si trovasse il malvivente e già pochi minuti dopo sono riusciti a penetrarvi senza che l’uomo riuscisse ad opporre la benché minima resistenza.

Vano anche il tentativo del Kulla che ha cercato di convincere i finanzieri su un presunto scambio di persona, peraltro fornendo agli stessi un falso passaporto albanese.

Curioso, però, il fatto che alla semplice domanda su quando fosse nato, il ricercato non sia riuscito a fornire la risposta esatta, mentre il successivo riscontro sulle sue impronte digitali ha confermato che la persona arrestata era effettivamente quella giusta.

A carico di Besink Kulla, peraltro, è emersa un’ulteriore pendenza giudiziaria emessa dalla Procura della Repubblica di Orvieto per violenza e resistenza a pubblico ufficiale, mentre una nuova denuncia per utilizzo di falsi documenti l’ha accompagnato al carcere di Sollicciano dove ora si trova a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

L’ex latitante dovrà ora scontare un anno e mezzo di detenzione in Italia, prima di essere estradato nel suo Paese d’origine.