GdF Sassari, stroncata prostituzione nei Night

redazione

Nel corso delle ordinarie attività di controllo economico del territorio le Fiamme Gialle di Sassari, hanno individuato numerosi soggetti che palesavano un tenore di vita particolarmente spropositato rispetto alle fonti ufficiali di reddito ad essi riconducibili. Gli approfondimenti investigativi sviluppati nei confronti di questi soggetti hanno poi permesso di accertare come tali sproporzionate disponibilità economiche fossero il frutto di attività illecite e specificatamente del favoreggiamento e dello sfruttamento della prostituzione all’interno di noti night club cittadini. Le indagini, condotte dal Nucleo di Polizia Tributaria di Sassari, hanno infatti consentito di scoprire un vasto giro di prostituzione che veniva esercitata all’interno di cinque locali notturni e che vedeva protagoniste numerosissime ragazze prevalentemente provenienti dall’Est europeo. L’azione investigativa della Guardia di Finanza ha consentito di ricostruire compiutamente sia il modus agendi dei soggetti coinvolti, sia gli organigrammi e le competenze dei singoli soggetti attenzionati che riuscivano a movimentare un ingente “giro” di denaro che permetteva loro di realizzare cospicui guadagni; proprio per questo i finanzieri hanno anche richiesto e ottenuto dall’Autorità Giudiziaria l’autorizzazione al nulla-osta per l’utilizzo degli elementi acquisiti nel corso delle indagini ai fini fiscali onde procedere alle dovute contestazioni. Nella nottata i Finanzieri di Sassari hanno dato esecuzione a 12 misure di custodia cautelare disposte dall’Ufficio del GIP di Sassari su richiesta della locale Procura per sfruttamento e favoreggiamento della prostituzione. Nel corso dell’operazione sono stati sottoposti a sequestro preventivo i cinque “night club” dove tali attività di lenocinio erano poste in essere; l’aggressione ai patrimoni illecitamente costituiti rientra infatti tra i principali strumenti di lotta alla criminalità adottati dalla Guardia di Finanza. I finanzieri del Nucleo, al termine delle complesse attività d’indagine, hanno richiesto all’Autorità Giudiziaria di Sassari di valutare la possibilità di emettere misure restrittive della libertà personale nei confronti dei soggetti coinvolti nonché il sequestro preventivo dei locali ove veniva esercitata l’illecita attività di sfruttamento della prostituzione. Nelle prime ore della giornata odierna, un vasto dispositivo di intervento composto da oltre 80 uomini, integrato anche dai “baschi verdi” e coordinato dal Comando Provinciale di Sassari, ha dato esecuzione alle dodici Ordinanze di custodia cautelare emesse dal G.I.P. di Sassari ed ai decreti di sequestro preventivo di 5 noti locali notturni della città di Sassari. Allo stato sono stati rintracciati dieci dei dodici destinatari delle misure e sono in corso le ricerche degli ulteriori due soggetti allo stato irreperibili.