GdF: scoperta fabbrica clandestina di occhiali

Gian Luca Berruti

Aveva impiantato una fabbrica clandestina di occhiali contraffatti, nel piano seminterrato di una palazzina e, oltre a sfruttare la manodopera di immigrati clandestini, rubava anche l’energia elettrica necessaria per la sua fiorente attività “imprenditoriale”.Il protagonista della vicenda un cittadino pakistano di 41 anni, residente a Napoli, che i finanzieri del Comando Provinciale del capoluogo campano hanno arrestato al momento dell’irruzione, denunciando altri 5 suoi connazionali (tutti privi di permesso di soggiorno) sorpresi ad apporre sugli occhiali i marchi contraffatti delle più note griffe del settore quali: Prada, Gucci, Ray-Ban, Chanel, ecc..Il materiale sequestrato all’interno dell’opificio clandestino ammonta a circa 14.000 pezzi, con inoltre 30 cliché utilizzati per la riproduzione dei marchi, 6 macchinari oltre a solventi e vernici che venivano utilizzate in assenza di qualsiasi impianto di areazione dei locali.

Processato per direttissima, il contraffattore è stato condannato ad un anno di reclusione e 5.000 euro di multa.