GdF: sequestrati 280 chili di marijuana coltivati in serra

Ernesto Bruno

Una piantagione di marijuana coltivata in serra è stata scoperta dai finanzieri del Comando Provinciale di Latina i quali, oltre a sequestrare le piante dai cui si ricava il noto stupefacente, hanno tratto in arresto 2 responsabili.La piantagione era stata ricavata in un terreno agricolo sito nel territorio del comune di Sabaudia (LT), e il favorevole clima della costiera tirrenica permetteva la crescita rigogliosa delle piante di “canapa indiana” che, una volta estirpate per essere avviate alla distruzione, arrivavano a un peso complessivo di 280 chilogrammi.Al momento dell’intervento le Fiamme Gialle pontine si sono trovate di fronte a un’ampia zona, in parte occupata da un podere, che era stata dedicata alla prima lavorazione della marijuana, mentre le piante, tutte rigorosamente coltivate in serra, spartivano lo spazio di crescita con innocui pomodori e peperoni.C’è però voluto l’intervento di un’unità cinofila del Corpo per individuare, tra numerose balle di fieno, un laboratorio artigianale dedicato all’essiccazione ed al confezionamento dello stupefacente, all’interno del quale sono stati rinvenuti due bilancini di precisione e varie buste di plastica probabilmente utilizzate per l’impacchettamento della droga.Gli arrestati, padre e figlio, sono stati immediatamente tradotti nel carcere di Latina, dove si trovano ora a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.