Gdf: trapuntine “incriminate” date in beneficenza

Stefano Serafini

250 trapuntine, che erano state utilizzate come “carico di copertura” per una partita da 5.800 kg. di tabacchi lavorati esteri di contrabbando, sequestrati lo scorso anno dai finanzieri del Comando Provinciale di Milano, sono state donate in beneficenza alla Caritas Ambrosiana che le destinerà agli indigenti della parrocchia di San Ignazio di Loyola in Milano.Nei piani dei contrabbandieri di sigarette, l’ottima fattura delle trapuntine in questione non avrebbe dovuto indurre alcun sospetto in sede di controllo. I cosiddetti “carichi di copertura”, il più delle volte, sono spesso costituiti di merci di scarso valore, anche perché le organizzazioni criminali cercano di ridurre al massimo il danno economico che inevitabilmente avviene in caso di sequestro dei loro carichi illeciti ma l’espediente, in questo caso, non riuscì a nascondere ai finanzieri la reale natura del carico in questione.L’iniziativa odierna, che va ad affiancarsi ad altre iniziative di solidarietà promosse durante le scorse festività natalizie dalle Fiamme Gialle meneghine, è stata resa possibile grazie alla disponibilità della locale Procura della Repubblica la quale, una volta appurata l’assenza di eventuali pericoli legati alla qualità dei materiali con i quali le stesse trapuntine erano state prodotte, ne ha autorizzato la donazione.