GdF, Varese: sequestrate 100.000 dosi di sostanze dopanti

giovanni de roma

100.000 dosi di sostanze dopanti destinate ad un giro di circa 600 sportivi, 2 persone arrestate e altri 9 soggetti indagati sono gli esiti di un’operazione condotta dai finanzieri del Comando Provinciale di Varese, nei confronti di un’organizzazione dedita all’importazione sul territorio italiano di farmaci ad azione dopante in prevalenza destinati ai frequentatori di palestre.

Tra gli arrestati figura anche un ex campione nazionale di culturismo, indicato dagli inquirenti come il gestore di una fitta rete per il commercio illegale di steroidi anabolizzanti che venivano procurati anche attraverso siti internet specializzati.

Tra le sostanze sequestrate, tutte molto conosciute nell’ambiente del muscolo ipertrofico, figurano anche il nandrolone e il boldenone (uno steroide anabolizzante d’uso veterinario destinato ai cavalli).

Gli stessi farmaci, acquistati via internet, provenivano dall’Est Europa, dalla Grecia, dalla Cina e dal Regno Unito, con destinazione l’aeroporto di Malpensa prima di essere distribuiti dall’organizzazione in tutta Italia.

Oltre all’ex campione di culturismo è stato arrestato anche un commerciante di Firenze che distribuiva i farmaci proibiti nel suo negozio di integratori alimentari.

L’operazione della Guardia di Finanza include anche l’oscuramento di 30 siti web, tutti registrati all’estero, utilizzati per la vendita delle sostanze illegali in Italia.