Gela: tentata rapina in una gioielleria

Roberto Imbastaro

Quattro colpi di mazza, per tentare di sfondare la vetrina di una gioielleria a Gela, senza alla fine riuscirci e, ignorando che gli oggetti in bella mostra non era preziosi, ma semplice bigiotteria. La merce di valore, era custodita nelle bacheche all’interno del negozio, in cassaforte. Il fatto è accaduto durante la scorsa notte, nel cuore del centro storico della città, in corso Vittorio Emanuele, di fronte al sagrato sud della chiesa Madre. Nessuno però avrebbe visto i ladri, né udito il forte rumore dei colpi contro i vetri blindati che hanno resistito molto all’assalto dei rapinatori. Il negozio è di proprietà di un commerciante di 36 anni, Luca Battaglia, che ha informato dell’accaduto la Polizia, alla quale ha consegnato la registrazione del sistema di videosorveglianza del negozio.