GFI Software lancia nuova piattaforma che tutela i dati

redazione

GFI Software® ha annunciato il rilascio GFI MailArchiver® 2012, una nuova piattaforma che aiuta le piccole e medie imprese a proteggere i loro dati e a conservarli al sicuro. Questa nuova soluzione dispone di una reportistica innovativa e potente, che identifica le mail che contengono dati sensibili – come numeri di carta di credito e codici fiscali – segnalando inoltre, tramite alert, eventuali ricerche di lavoro effettuate dai dipendenti. Le caratteristiche di archiviazione contenute in GFI MailArchiver, estese adesso anche ai  documenti, trasformano gli archivi in una vera e propria business intelligence resource in grado di generare valore per le imprese.

Aziende in tutto il mondo si affidano a GFI MailArchiver per la gestione della posta elettronica su Exchange Server, grazie alla sua facilità di installazione, l’interfaccia immediata e il prezzo competitivo. GFI MailArchiver utilizza un unico archivio per tutta la posta elettronica aziendale, riducendo significativamente le richieste al server e la dipendenza dai file PST,  permettendo di rispettare un crescente numero di disposizioni sulla conformità, l’eDiscovery e altre leggi. GFI MailArchiver è ora anche accessibile da qualsiasi dispositivo IMAP, inclusi Windows®, Apple OS X®, Linux, iOS e Android™.

La nuova versione di GFI MailArchiver contiene innovative  e potenziate caratteristiche di Business Intelligence per le aziende – grazie a MailInsights, l’esclusivo modulo di reportistica di GFI MailArchiver –  e a potenziate capacità di controllo, con un nuovo manuale e nuove regole per l’archiviazione dei documenti. Aumentando l’efficienza, GFI MailArchiver riduce le esigenze di storage di oltre l’80%.

“Le caratteristiche principali di GFI MailArchive 2012 sono la sua semplicità, la potenza e il prezzo. GFI MailArchiver 2012 aiuta le piccole e medie imprese ad evitare la fuga di dati sensibili e permette loro di gestire più efficacemente gli archivi delle email, il tutto ad un prezzo estremamente interessante” ha dichiarato Phil Bousfield, general manager Infrastructure Business Unit di GFI. “Con GFI MailArchiver 2012, le aziende possono estrarre, in modo ancora più rapido e facile, le informazioni di cui hanno bisogno dagli archivi di posta elettronica, organizzandoli in modo da ridurre drasticamente le necessità di storage e migliorare la bottom line.”

Le nuove funzionalità di GFI MailArchiver 2012 includono:• Nuovo modulo di Business Intelligence: grazie a MailInsights, GFI MailArchiver consente alle aziende di non proteggere le informazioni sensibili, inclusi i numeri di carta di credito e di codice fiscale, che potrebbero essere utilizzati per compiere delle frodi. E’ possibile inoltre monitorare le email che riguardano le ricerche di lavoro.

• Reportistica programmata: MailInsights consente una programmazione della reportistica, inviando i business intelligence report a intervalli regolari, alle persone di riferimento in azienda.

• Accessibilità da qualsiasi connettore IMAP: gli utenti possono accedere agli archivi da qualsiasi sistema operativo abilitato IMAP o altro, inclusa la mail di Apple, Outlook® per Mac, smartphone e qualsiasi altro dispositivo.

• Archiviazione manuale: gli utenti possono archiviare una singola email o un’intera cartella di email, da e dentro Outlook, usando GFI MailArchiver Outlook Add-on. L’archiviazione manuale responsabilizza gli utenti riguardo alle email archiviate.

• Archiviazione secondo regole stabilite: gli amministratori possono archiviare le email in modo selettivo, basandosi su determinati criteri, incluso il mittente, il destinatario, le keyword o una combinazione di criteri, avendo quindi una maggiore flessibilità.

• Aggiornamento degli archivi: GFI MailArchiver 2012 riduce l’esigenza per gli amministratori di sistema di intervenire, effettuando archiviazioni automatiche e creando degli store, se necessario.

• Archivio documenti: GFI MailArchiver 2012 supporta l’archiviazione dei documenti, consentendo agli utenti di effettuare un drag and drop all’interno di Outlook. E’ possibile effettuare qualsiasi ricerca all’interno dei documenti archiviati.