I Carabinieri ricordano l’agguato di Scilla

red

A sedici anni dalla loro scomparsa, sono stati ricordati i carabinieri Vincenzo Garofalo e Antonino Fava, uccisi in agguato dalla ‘ndrangheta il 18 gennaio 1994 lungo l’autostrada Salerno-Reggio Calabria nei pressi dello svincolo di Scilla. La cerimonia è stata celebrata presso la Chiesa Madre di Palmi alla presenza dei familiari e di numerose autorità politiche, militari e civili. Garofalo e Fava furono insigniti della Medaglia d’Oro al Valor Militare dal Presidente della Repubblica Scalfaro. Alla cerimonia hanno preso parte il procuratore della Repubblica di Palmi, Giuseppe Creazzo, il comandante provinciale dei carabinieri, Colonnello Pasquale Angelosanto, il comandante della Scuola allievi carabinieri, tenente colonnello Fabio Coppolino, il sindaco Ennio Gaudio, oltre alle altre autorità civili e militari di Palmi. Il 18 gennaio 1994, lungo l’autostrada Salerno-Reggio Calabra, nei pressi dello svincolo di Scilla, gli appuntati scelti Antonino Fava e Vincenzo Garofalo venivano uccisi in un vile agguato di stampo mafioso. I due all’epoca dei fatti erano in servizio presso il Nucleo operativo e radiomobile della locale Compagnia carabinieri.