Il bilancio della settimana della Polizia di Stato in ambito ferroviario caratterizzata anche dall’operazione “Oro Rosso”

redazione

2.5 kg di sostanza stupefacente sequestrata, 26 arrestati, 216 indagati, 35.335 identificati,: è questo il bilancio dei controlli nell’ultima settimana della Polizia Ferroviaria.
3.803 le pattuglie impegnate in stazione e 1.018 a bordo treno, per un totale di 2.160 treni scortati; 291 i servizi antiborseggio in abiti civili e 326 le sanzioni elevate.
Durante la settimana è stata organizzata anche l’operazione “Oro Rosso” in tutto il territorio nazionale per il contrasto al fenomeno dei furti di rame in ambito ferroviario, che ha permesso di recuperare oltre 14 t di metalli di provenienza illecita.
Un cittadino nigeriano è stato arrestato dalla Polizia Ferroviaria nella stazione di Milano Centrale perché trovato in possesso di due grossi involucri contenenti oltre 2 kg di sostanza stupefacente del tipo marijuana. Sempre nella stazione di Milano Centrale gli Agenti Polfer hanno tratto in arresto un cittadino romeno che a seguito di controllo in banca dati è risultato avere a suo carico, oltre a svariati precedenti penali, un provvedimento di cattura emesso dal Tribunale di Bari per il reato di associazione per delinquere di stampo camorristico.
Gli Agenti della Polfer di Lecco hanno tratto in arresto un ventenne nigeriano per i reati di tentata rapina, violenza, minaccia, oltraggio e resistenza a Pubblico Ufficiale. Lo straniero ha aggredito e minacciato personale Trenord durante un controllo. L’uomo, estremamente aggressivo, è stato fermato successivamente dagli Agenti Polfer ed ha continuato ad assumere atteggiamenti minacciosi e violenti anche nei confronti degli operatori. Il nigeriano ha perfino tentato di abbassare l’archetto della fondina posto a protezione dell’arma di un poliziotto lì presente, cercando di estrarla, ma il tempestivo intervento dei colleghi ha permesso che questo non accadesse.
A bordo treno, durante la sosta del convoglio nella stazione di Genova Piazza Principe, gli Agenti hanno tratto in arresto un cittadino tunisino che celava sotto la maglietta un calzino con all’interno tre etti di cocaina.

Arrestato alla stazione di Napoli Centrale un pregiudicato di quarantacinque anni per sequestro di persona e resistenza a Pubblico Ufficiale. L’uomo ha creato il panico tra i viaggiatori a bordo del treno metropolitano per il suo comportamento “alterato” e poi ha bloccato, sequestrandola, la capotreno che era intervenuta nel tentativo di calmarlo. All’arrivo alla stazione gli operatori Polfer hanno liberato la donna e bloccato l’uomo.
E’ finito in ospedale un agente della Polfer di Foggia, che è stato aggredito a bordo treno insieme agli altri operatori da uno straniero che viaggiava senza biglietto. L’uomo un cittadino gambiano, trovato in possesso di un coltello, è stato ammanettato e dichiarato in arresto per resistenza, violenza e lesioni a pubblico ufficiale, nonché per interruzione di servizio pubblico e porto abusivo di armi.
Interventi a lieto fine: alla stazione ferroviaria di Pisa Centrale gli Agenti Polfer hanno rintracciato una persona scomparsa da circa un anno dalla provincia di Terni. L’uomo trovato senza documenti dagli operatori Polfer a bordo del treno proveniente da La Spezia appariva smarrito e bisognoso di assistenza. Negli uffici di Polizia, è stato rifocillato e fatto visitare da personale medico ed ha fornito agli operatori alcune indicazioni utili per risalire alla sua identità. Dai controlli sono emerse denunce di scomparsa presentate dal novembre 2018, inoltre, dalla scheda web della trasmissione televisiva “Chi l’ha visto” gli Agenti hanno potuto trovare tutte le conferme alle dichiarazioni rese dallo stesso e hanno immediatamente avvisato i familiari. Un bambino cinese di 5 anni è stato rintracciato su un treno e riconsegnato ai genitori grazie al lavoro sinergico del personale Polfer di Firenze e di Roma. Il bambino era rimasto da solo a bordo treno presso la stazione di Santa Maria Novella, mentre i suo genitori erano riusciti a scendere. Gli agenti hanno preso contatti con il capotreno il quale ha rintracciato il bambino e lo ha preso in custodia sino all’arrivo del convoglio nella Stazione di Roma termini, dove poi gli Agenti lo hanno accudito fino all’arrivo dei genitori. A Napoli Centrale, infine, gli operatori Polfer hanno aiutato una donna in stato di gravidanza colta da doglie. Gli Agenti hanno immediatamente avvisato il 118 e hanno assistito la donna negli esercizi di respirazione nell’attesa dei sanitari. L’arrivo in ospedale è avvenuto giusto pochi attimi prima che la bambina venisse al mondo.
60 gli stranieri rintracciati in posizione irregolare, e 22 i minori non accompagnati rintracciati e riaffidati alle famiglie o alle comunità