Il cuore in 3D di Dassault Systèmes

Eugenia Scambelluri

Dassault Systèmes, azienda leader a livello mondiale nel software di progettazione 3D, ha presentato il primo modello di cuore umano completo realizzato con una simulazione realistica in 3D. Sviluppato in collaborazione con un team di esperti cardiologi per contribuire alla lotta contro le malattie cardiovascolari, il “Living Heart Project” aprirà nuove vie alla diagnosi, alla cura e alla prevenzione delle malattie cardiache, grazie a modelli virtuali 3D personalizzati.

Il fulcro del progetto è un modello di cuore in 3D realizzato con gli applicativi di simulazione realistica della piattaforma 3DEXPERIENCE di Dassault Systèmes. Gli esperti della multinazionale francese hanno sfruttato le tecnologie di simulazione più avanzate offerte dagli applicativi SIMULIA per realizzare un modello completo del cuore umano in tre dimensioni, riproducendo nel modo più “vivo” e realistico possibile il funzionamento e il comportamento elettrico e meccanico del cuore.

Utilizzando le immagini raccolte medianti ecocardiogrammi, risonanze magnetiche e TAC, oltre a un ricco patrimonio di dati su studi cardiaci, le simulazioni personalizzate del cuore aiuteranno presto i medici a comprendere meglio il comportamento del cuore di ciascun paziente, senza procedure diagnostiche invasive.

“Stiamo entrando in una nuova era grazie alla capacità di simulare la risposta del cuore di ogni singolo paziente a diversi trattamenti e interventi, risparmiando a moltissime persone l’incertezza dell’esito procedurale,” afferma il Dott. James C. Perry, Professore di Pediatria all’Università di San Diego e Primario di Elettrofisiologia e Coronaropatia presso il Rady Children’s di San Diego. “Questo vale sia per i pazienti affetti da malattie cardiache congenite, che nell’arco della loro vita devono necessariamente sottoporsi a diversi interventi, sia per quella grossa fetta di popolazione che soffre di infarti, collassi, aritmie e altre anomalie strutturali. Questa tecnologia è un enorme progresso e sarà uno strumento fondamentale per convertire le nostre conoscenze sulla funzione cardiaca in applicazioni pratiche a beneficio della salute e della sicurezza personale.”

“Living Heart Project è un esempio eccellente del valore della simulazione realistica e dell’impatto potenziale che questa tecnologia può avere sulla cura della salute,” sottolinea Bill Murray, Presidente e CEO, Medical Device Innovation Consortium. “Il nostro consorzio, un ente pubblico-privato in collaborazione con la FDA, è fiero di partecipare a questi progetti innovativi. Living Heart Project dimostra come questo tipo di collaborazioni possa favorire l’avanzamento della scienza normativa nel settore delle apparecchiature medicali e agevolare l’accesso del paziente a tecnologie medicali di punta.”